Atlantia rimbalza in Borsa ma S&P mette rating sotto osservazione

Pesano costi aggiuntivi per sicurezza o finanziamento Abertis

Atlantia in Borsa rimbalza e, dopo il tonfo di oltre il 22% nella vigilia, ora tenta il recupero. Intorno a metà mattina il rialzo del 5,2% riporta le azioni a 19,23 euro. Intanto la vicenda finisce all'attenzione delle agenzie di rating per le implicazioni che potrebbe avere sul merito di credito di Atlantia e delle sue controllate, Autostrade per l'Italia e Aeroporti di Roma.

Il crollo del ponte Morandi ha spinto S&P a mettere sotto osservazione (credit watch) con implicazioni negative Atlantia, Autostrade per l'Italia e Aeroporti di Roma, pur confermando il rating BBB+. S&P nel suo report spiega che potrebbe "anche abbassare i rating di un gradino se le metriche del credito di base di Atlantia scendessero al 12%" e questo, stima l'agenzia potrebbe avvenire con costi aggiuntivi per 150 milioni di euro per "difficoltà operative o per un costo di rifinanziamento potenzialmente più elevato dall'acquisizione di Abertis". La revisione negativa "potrebbe derivare da costi operativi aggiuntivi di sicurezza o costi di manutenzione" e "l'impatto finale sul rating dipenderà dal fatto che Atlantia mitigherà la pressione sui suoi rapporti di credito mediante ulteriori cessioni o rivedendo la sua politica finanziaria". Per Fitch invece "è ancora troppo presto per valutare le conseguenze del crollo del ponte sul rating" e "continuerà a monitorare con attenzione tutti gli sviluppi" della vicenda.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who