Borse, tutta Europa in rosso, Milano -1,58%

Crolla la Juve, sale Carige. Spread stabile a 231 punti

Chiusura in ribasso per i principali indici di Borsa europei: a Londra il Ftse 100 perde l'1,3%, a Parigi il Cac 40 l'1,48%, e a Francoforte il Dax cede l'1,53%. L'indice principale della Borsa di Milano, il Ftse Mib, chiude in flessione dell'1,58%, a quota 21.708 punti.

 Giornata di vendite sulle Borse europee a causa della nuova ondata di dazi allo studio negli Stati Uniti contro la Cina. Londra fa i conti anche con i guai del governo legati all'addio di due ministri e cede l'1,18%.

    Cali analoghi per Parigi (-1,24%) e Madrid (-1,2%). Francoforte perde l'1,3%, mentre Milano è la peggiore e cede l'1,44%. I futures indicano un'apertura negativa anche per Wall Street. In Piazza Affari sono sotto pressione Tenaris (-5,2%), Cnh (-4,6%) ed Exor (-3,6%), mentre salgono Campari (+0,76%), Leonardo (+0,3%) e Fineco (+0,16%9. Piatte Enel, Recordati e Terna. Fuori dal listino principale, crolla Juventus (-6,46%), dopo il rally dei giorni scorsi per l'arrivo di Ronaldo, pagato 100 milioni con un contratto firmato ieri. Mps perde lo 0,98% a 2,43 euro, sotto i minimi dal ritorno in Borsa. Sale dell'1,19% Carige, in attesa che venga fissata l'assemblea che potrebbe portare a un rinnovo del cda. Lo spread si mantiene sui 231 punti, mentre l'euro è stabile a 1,17 dollari.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who