Toninelli, impegno a ridiscutere intesa sulla Tav

Castelli, giusto ridiscuterla. Chiamparino, calo merci per lacune vecchio tunnel

"Con riguardo alla linea ad Alta Velocità Torino-Lione, riporto quanto sottoscritto nel contratto di Governo: ci impegniamo a ridiscutere integralmente il progetto nell'applicazione dell'accordo tra Italia e Francia".
    Lo ha detto il ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli in question time, precisando: "Ciò che è notorio è che su questa direttrice non si sia verificato il previsto incremento dei traffici di merci che era il presupposto fondamentale dell'opera, come ha recentemente confermato anche il Commissario di Governo".

Immediato arriva il sostegno della viceministra all'economia Laura Castelli: "Massimo sostegno al ministro Danilo Toninelli che ha ribadito in Aula l'impegno del governo a ridiscutere integralmente il progetto visto che nel tratto non si è verificato il previsto incremento del traffico merci presupposto fondamentale di questa opera", scrive su twitter.

Non ci sta invece il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino: la riduzione delle merci sulla direttrice Torino-Lione è "dovuta sia al fatto che nell'attuale tunnel passano solo treni che, per lunghezza e dimensione, sono sempre più marginali nel trasporto merci, sia alla rilevante questione di sicurezza: le vie di fuga sono a distanza di 7 km l'una dall'altra, e mancano anche gli impianti di aerazione"."
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who