Padoan: 'Grave errore abolire la riforma Fornero'

'Si può correggere, come fatto dall'ultima legge di bilancio'

 La riforma Fornero si può correggere, ma abolirla "sarebbe un gravissimo errore": lo ha detto il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan a chi gli chiedeva cosa pensa della proposta di abolizione. "La riforma Fornero è uno dei pilastri del sistema pensionistico italiano e della sostenibilità del sistema finanziario del Paese", ha detto il ministro. "Naturalmente le correzioni sono sempre possibili", ha spiegato, "come per esempio nel caso dell'ultima legge di bilancio" che ha rivisto i meccanismi "che hanno permesso di mitigare l'impatto dell'adeguamento dell'età pensionabile".

Fornero, legge pensioni già corretta, non se ne sono accorti  - "La legge sulle pensioni è stata introdotta in venti giorni, in condizioni di emergenza, ereditate da un governo di centrodestra e approvata con i voti di larga parte delle forze politiche che compongono l'attuale centrodestra. Sono passati sei anni, la riforma è stata mantenuta e migliorata laddove era necessario (e ci sono voluti quasi sei anni). Il centrodestra, o qualche suo componente, forse non si è accorto dell'introduzione dell'Ape". Così l'ex ministro del Lavoro, Elsa Fornero, commenta la nota diffusa da Arcore. "Mi sembra che la priorità del Paese - osserva - sia il lavoro, per i giovani, per le donne e per i non più giovani in condizioni di lavorare, e non il ripristino della vecchia politica di mandare via qualcuno per fare entrare qualcun altro a spese dei contribuenti e della stabilità monetaria del Paese. Voglio vedere Salvini all'opera sul lavoro: non mi sembra che abbia molte idee". Fornero auspica che "Berlusconi abbia sufficienti voti nella colazione di centrodestra per contenere la negatività di Salvini sulla politica del Paese".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who