>ANSA-BOX/ Atlantia, Acs prepara contromossa su Abertis

Tramite Hochtief, aumento capitale e poi offerta mix cash azioni

(ANSA) - ROMA, 12 OTT - Hochtief, la società controllata dalla spagnola Acs, deciderà la prossima settimana se avanzare un'offerta per Abertis. Così Florentino Perez, il patron del Real Madrid oltre che della società autostradale spagnola, punta a fare una contromossa all'opa lanciata dall'italiana Atlantia.
    L'indiscrezione, riportata dal sito Reuters, cita fonti vicino al dossier secondo le quali il consiglio di vigilanza di Hochtief è pronto a discutere l'acquisizione potenziale di Abertis in una riunione fissata per mercoledì. Se Hochtief avanza la controfferta, offrirà agli azionisti di Abertis una miscela di azioni e denaro. Nessun commento da Acs e Hochtief.
    Per contribuire a finanziare l'affare, Hochtief avrebbe lanciato un aumento di capitale per il quale Acs non avrebbe partecipato.
    L'indiscrezione arriva mentre l'Opa di Atlantia è partita e la commissaria alla concorrenza dell'Unione Europea Margrethe Vestager ha annunciato il via libera dell'Antitrust Ue alla fusione con Abertis: "nei giorni scorsi abbiamo approvato una fusione tra un operatore autostradale spagnolo e uno italiano".
    L'offerta di Atlantia si concluderà il prossimo 25 ottobre e quindi la prossima sarà sicuramente una settimana strategica per la battaglia autostradale tra Italia e Spagna.
    L'Opa italiana prevede un corrispettivo di 16,5 euro per le azioni Abertis esistenti, valutando l'intera società 16,3 miliardi. Fino a 230 milioni di azioni Abertis i soci del gruppo spagnolo potranno optare in tutto o in parte per ricevere in alternativa nuove azioni speciali Atlantia, con un rapporto di scambio di 0,697 titoli del gruppo italiano per ciascuna azione del gruppo spagnolo. L'operazione è subordinata ad adesioni pari al 50% del capitale più una azione, e che arrivino adesioni allo scambio in azioni speciali pari ad almeno il 10,1% del capitale.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who