Unipol e Generali spingono la Borsa. Sprint Fincantieri

Bene Exor, più cauta Fca, in luce Lazio, Gedi e Caltagirone

Piazza Affari ha chiuso in rialzo (Ftse Mib +1,64% a 22.134 punti), sopra la soglia dei 22 mila punti su nuovi massimi dal novembre del 2015, tra scambi vivaci per 2,3 miliardi di euro di controvalore. Maglia rosa per Unipol (+6,7%), dopo un report degli analisti di Mediobanca, seguita da Generali (+3,14%), in linea con l'intero settore dopo il declassamento a tempesta tropicale dell'uragano Irma. Acquisti su Exor (+4,18%), con il moltiplicarsi delle ipotesi su Fca (+0,66%), che conferma i massimi raggiunti nelle ultime settimane.

Sprint di Fincantieri (+4,82%), dopo il contratto da 310 milioni di euro con Silversea Cruises e nel giorno dell'incontro su Stx tra i ministri economici Bruno Le Maire (Francia), Pier Carlo Padoan (Mef) e Carlo Calenda (Mise). In luce la Lazio (+6,88%) dopo la vittoria sul Milan, Gedi (+4,86%) e Caltagirone Editoriale (+4%), sopra al prezzo dell'Opa rialzato a 1,22 euro venerdì scorso da Chiara Finanziaria (gruppo Caltagirone).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who