Fca, Great Wall, nessun negoziato

Il Lingotto smentisce voci: "Nessun approccio dal gruppo sul business"

La compagnia automobilistica cinese Great Wall afferma di non aver negoziato con Fca o siglato alcun accordo scritto. Le contrattazioni del titolo, sospeso dalle contrattazioni ad Hong Kong a Shangai, in attesa di chiarimenti riprenderanno domani. A Milano il titolo Fca che stava salendo del 3% dopo che ieri aveva messo a segno un balzo del 6,92%. ha invertito la rotta e cede l'1,2%

Ieri il produttore cinese di Suv Great Wall si era detto è interessato ad acquistare il marchio Jeep da Fca secondo quanto riporta il sito Usa Automotive News. Il sito afferma di averlo appreso direttamente dal presidente della Casa automobilistica asiatica Wang Fengying attraverso un messaggio di posta elettronica in cui il magnate cinese dice essere "in contatto con Fca". 

Fca precisa di "non essere stata approcciata da Great Wall Motors riguardo al brand Jeep o ad altre questioni relative al suo business". Lo si legge in una nota in cui il Lingotto dice di "essere impegnato nel perseguire il suo piano 2014-2018, di cui ha raggiunto ogni obiettivo alla data odierna e al cui completamento mancano solo 6 trimestri".

''Abbiamo sempre avuto l'interesse e l'intenzione di acquistare Fca''. Lo afferma un portavoce di Great Wall con il Financial Times. Gli analisti - precisa il quotidiano - hanno pero' dubbi sulla capacita' di Great Wall di finanziare una possibile acquisizione. Great Wall ha una capitalizzazione di mercato di 18,1 miliardi di dollari e un utile netto lo scorso anno di 1,6 miliardi di dollari. Fca ha una capitalizzazione di 16,45 miliardi di euro e un debito netto di 4,2 miliardi di euro.

Permasteelisa: venduto marchio ai cinesi di Grandstand - La multinazionale italiana di costruzioni Parmasteelisa è stata ceduta dai giapponesi della Lixil al gruppo cinese Grandland per 467 milioni di euro. L'acquisizione del marchio, si spiega nel comunicato, consentirà a Parmasteelisa di unire le proprie complementarità con un'altra azienda leader di mercato di dimensioni globali. L'attuale a.d di Parmasteelisa, Riccardo Mollo - che ricoprirà lo stesso ruolo dopo il completamento dell'integrazione - ha assicurato che la società italiana manterrà la sua autonomia a livello operativo. 


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who