Mps in rosso per 3,2 mld, crescono i clienti

Benefici fiscali per 510 mln. Mef al 52,2%, Generali al 4,3%

Mps ha chiuso il primo semestre 2017 con una perdita di 3,24 miliardi di euro, su cui hanno pesato 4 miliardi di rettifiche per la cessione delle sofferenze e la svalutazione da 30 milioni della partecipazione in Atlante. Il risultato si confronta con un utile di 302 milioni di euro nello stesso periodo dello scorso esercizio.
E' invece proseguita la crescita dei depositi vincolati e dei conti correnti da clientela, saliti di 3,8 miliardi nel secondo trimestre e di 9,4 miliardi da inizio anno. Nel complesso la raccolta diretta è aumentata di 2 miliardi da fine 2016. Un recupero che però non è riuscito a frenare il calo dei ricavi, scesi nel semestre del 21% a 1.852,7 milioni di euro. Il patrimonio netto si è attestato 11,3 miliardi e il Cet1 è salito al 15,4% grazie agli 8,2 miliardi della ricapitalizziozone precauzionale.

I conti hanno beneficiato di un 'bonus' fiscale di 510 milioni di euro per effetto delle modifiche restrittive all'Ace, la misura che premia gli imprenditori che investono nel capitale delle proprie imprese.  Intanto la Consob ha ufficializzato i nuovo equilibri nel capitale: dietro allo Stato, titolare del 52,2% delle azioni, figurano le Assicurazioni Generali, secondo azionista col 4,32%. La banca possiede il 3,2% di azioni proprie.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who