Inps, le pensioni sono 18 milioni. Il 63,1% sotto 750 euro

Negli ultimi 5 anni numero in calo del 2,7%

All'inizio del 2017 risultano in essere 18.029.590 pensioni, con "una forte concentrazione nelle classi basse". Lo rileva l'Inps nell'ultimo osservatorio sulle pensioni, che non include però le gestioni dipendenti pubblici ed ex Enpals, spiegando che il 63,1% delle pensioni ha un importo inferiore a 750 euro. Questa percentuale per le donne raggiunge il 76,5%. E', comunque, si precisa, solo una misura indicativa della "povertà", per il fatto che molti pensionati sono titolari di più prestazioni pensionistiche o comunque di altri redditi.

Nel 2016 sono state liquidate 1.048.096 pensioni, delle quali oltre la metà (53,2%) di natura assistenziale, per un importo totale pari a 9,4 miliardi di euro. "Un numero così elevato rispetto alla consistenza delle pensioni in pagamento è compensato da un ricambio molto più veloce rispetto alle prestazioni di tipo previdenziale", si legge.

Negli ultimi cinque anni il numero delle pensioni è diminuito nel complesso del 2,7%, secondo quanto rileva l'Inps nell'Osservatorio sulle pensioni vigenti, aggiornato a gennaio 2017 (che non include i trattamenti pubblici ed ex Enpals). In particolare, a partire dal 2013 si assiste "ad una inversione di tendenza": mentre da gennaio 2004 a gennaio 2012 il numero delle pensioni è aumentato mediamente dello 0,7% annuo per un complessivo 6,1%, negli ultimi cinque anni è iniziato a decrescere mediamente dello 0,6% annuo, con un calo complessivo del 2,7%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who