Legge di Stabilità: ok comm. Bilancio dopo maratona di 37 ore

La commissione ha dato mandato ai relatori per portare il testo in Aula giovedì

Assunzioni straordinarie in sanità, ma 'a tempo', in attesa del concorso. La possibilità di pagare caffè, giornale o anche il parcometro per lasciare la macchina sulle strisce blu con il bancomat e l'eliminazione della supertassa sugli yacht introdotta in piena crisi dal governo Monti. Sono solo le ultime di una vera e propria pioggia di novità di cui si è arricchita la manovra alla Camera, lievitata rispetto al testo approvato al Senato anche per aver 'imbarcato' il decreto salva-Regioni e, tra le polemiche, il decreto salva-banche.

Con una maratona di quasi 36 ore filate, salvo le due interruzioni per consentire il voto in seduta comune dei giudici costituzionali, la commissione Bilancio della Camera è riuscita solo a tarda sera, non senza momenti di tensione, a dare il mandato ai relatori per portare in Aula - ma l'approdo è slittato a giovedì mattina - una legge di Stabilità rimasta praticamente intatta nel suo impianto, ma appesantita da una miriade di micro-norme settoriali o specifiche per singoli territori (da tutele per i masi trentini ai 20 milioni per garantire i collegamenti aerei alla Sicilia, passando per gli immancabili operai forestali della Calabria). Una manovra 'da prima Repubblica', si sussurra nei corridoi, mentre il capogruppo di Forza Italia, Renato Brunetta, arriva a dire che si tratta di una legge "marchetta pro elezioni". Il 'grosso' dei lavori dell'ultima tornata si è concentrato sul pacchetto sicurezza, votato nella notte e che prende il posto dell'anticipo del taglio dell'Ires, dopo le novità già introdotte sul Sud - credito d'imposta automatico in tre fasce - e le banche, con l'assorbimento del decreto per il salvataggio dei 4 istituti in crisi e la creazione del fondo di 'solidarietà' per i risparmiatori con obbligazioni subordinate diventate carta straccia. Tra le novità più importanti la conferma al fotofinish dell'obbligo, proposto dal Pd, di accettare i pagamenti elettronici anche per piccoli importi, compresi da luglio i parchimetri, salvo che non ci sia "oggettiva impossibilità tecnica" a installare i dispositivi di lettura di carte di credito e bancomat.

La riduzione delle commissioni è demandata invece all'attuazione del regolamento europeo appena approvato, che prevede commissioni fisse allo 0,3% per le carte di credito e allo 0,2% per le transazioni con le carte di debito (bancomat o carte prepagate). Salta invece, a sorpresa, la supertassa sulle barche di lusso sopra i 14 metri, introdotta nel 2011 con il decreto 'Salva-Italia'. Dopo lunga battaglia in commissione arriva anche la possibilità di prorogare ancora la validità di 'opzione donna', per il pensionamento anticipato rispetto alle regole Fornero, se avanzeranno dei fondi dalle risorse già stanziate finora. E' una mediazione tra volontà politica e risorse scarse. Passano invece in nottata l'anticipo dell'aumento della no tax area per 6 milioni di pensionati e il rifinanziamento della disoccupazione per i collaboratori (la dis-coll). Il via libera arriva solo a tarda sera, sul filo della 36esima ora di lavori, per le assunzioni straordinarie di medici e infermieri. Assunzioni che saranno 'a tempo' e con contratti flessibili, rinnovabili al massimo fino a ottobre 2016, in attesa che sia bandito il concorso straordinario, con posti per metà riservati ai precari storici.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who