• Boeri, funzioni Inps a rischio con taglio 50% spesa informatica p.a

Boeri, funzioni Inps a rischio con taglio 50% spesa informatica p.a

Presidente Istituto: 'Su 350 milioni di spesa corrente 198 sono assolutamente incomprimibili'

Se si tagliassero del 50% le spese informatiche correnti della pubblica amministrazione, così come previsto dal maxi emendamento al ddl di Stabilità, l'Inps non potrebbe svolgere le proprie funzioni. Lo ha detto il presidente Inps, Tito Boeri nel corso di una audizione alla Camera spiegando che su 350 milioni di spesa corrente 198 sono ''incomprimibili''. E' una decisione grave - ha detto - sono spese necessarie al funzionamento del sistema Inps e a fornire i servizi dell'Istituto''.

Boeri ha spiegato che le spese correnti per l'informatica riguardano le licenze ma anche il cambiamento fisiologico dell'hardware. ''In questo modo - ha detto - rischiamo di non poter accendere le macchine. Mi auguro che su questa decisione si torni indietro. Dal taglio sono esonerati il ministero dell'Economia e le agenzie fiscali nell'ottica della lotta all'evasione, lotta che fa anche l'Inps''. Boeri ha ricordato che le banche dati richiedono una manutenzione costante e si è detto contrario al principio del trasferimento banche dati fuori dall'Istituto. ''Il principio per cui si deve trasferire tutto al di fuori - ha detto rispondendo a un'osservazione di un membro della Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria - è pericoloso''.


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who