Fiumicino preoccupa Enac, allarme su traffico per Giubileo

Stimato flusso di arrivi a Roma da 14 a 25 milioni. Pressing su Adr

Il piano di sviluppo al 2040 dell'aeroporto di Roma Fiumicino non rassicura l'ente per l'Aviazione Civile che, al contrario, "ha espresso preoccupazione per la crescita del traffico prevista" per lo scalo "sia in vista dell'imminente Giubileo, sia per il costante aumento che dovrebbe essere confermato anche nei prossimi anni".
    Il pressing è su Adr, la società (controllata da Atlantia) che gestisce gli aeroporti di Roma, e sarà serrato con un mandato che il Cda ha affidato al direttore generale Alessio Quaranta: "verifiche continue", "riunioni e azioni periodiche di monitoraggio" per seguire passo dopo passo la realizzazione del piano ed avere "un riscontro dell'attuazione di investimenti ai fini di garantire un efficiente servizio ai passeggeri in generale e ai pellegrini che arriveranno nella Capitale per il Giubileo". Un flusso di milioni di arrivi a Roma, ancora difficile da stimare: dai 14 milioni di pellegrini previsti dall'ente del Turismo del Lazio fino al picco di 25 milioni ipotizzato dall'Opera Romana Pellegrinaggi.
    Non solo Roma è nel mirino dell'Enac, che ha esaminato una informativa sui piani di investimenti degli scali nazionali ed "ha chiesto di accelerare il più possibile", senza escludere "l'eventuale avvio di provvedimenti di decadenza delle concessioni, laddove i gestori non diano piena attuazione agli impegni assunti" su investimenti, opere da realizzare, e tempi previsti dai contratti di programma.
    L'avvio del procedimento di decadenza della concessione si concretizza intanto per Sogas, la società di gestione dell'Aeroporto di Reggio Calabria, che non ha dimostrato, entro il termine del 15 ottobre 2015, il "rispetto dei requisiti economico-finanziari necessari al mantenimento della gestione dello scalo" Il Cda dell'Enac ha anche deliberato "una modifica al regolamento per le tariffe che consentirà agli operatori la rateizzazione dei debiti nei confronti dell'Ente", che dovrà ora essere approvata dai ministeri competenti. Ha poi ratificato "la stipula dei contratti di programma con Toscana Aeroporti per gli scali di Firenze e Pisa"; ha semplificato "alcuni aspetti del regolamento per le licenze di paracadutismo" ed ha emesso la nuova regolamentazione tecnica per le licenze di navigatore collaudatore sperimentatore e di tecnico di volo, eliminando il limite di età. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who