Bce, aumentata la liquidità (Ela) alla Grecia di 900 milioni

Draghi, ora alleggerire debito Atene

La Bce ha aumentato la liquidità alle banche greche più o meno nella misura richiesta dalla banca centrale ellenica, pari a "900 milioni di euro". Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, sottolineando. "Dire che non abbiamo fornito abbastanza liquidità alla Grecia, causando una fuga dalle banche, è ingiustificato". Draghi ha sottolineato che la Bce ha alzato l'Ela a quasi 90 miliardi di euro da zero e che con un'esposizione di 130 miliardi è "il maggiore detentore di depositi in Grecia".

Secondo il presidente della Bce, è necessario un alleggerimento del debito per la Grecia. Sul come farlo, nell'ambito delle regole europee, ha rilevato, "ci concentreremo nelle prossime settimane".

Fiducioso Draghi sul fatto che la Grecia rimborserà Bce e Fmi: "Tutte le indicazioni mi portano a dire che saremo rimborsati dalla Grecia il 20 luglio, e così anche il Fmi".

No comment, invece, di Draghi sulle affermazioni di Schaeuble riguardo l'opportunità di un'uscita della Grecia dall'euro. "Non farò commenti sulle affermazioni di uomini politici". Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, rispondendo a una domanda sulle affermazioni del ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble sull'opportunità di un'uscita della Grecia dall'euro. "Per noi la Grecia è e resta nell'euro".

Dopo il rimborso dei bond in mano alla Bce fra luglio e agosto, "ci sarà spazio" per la partecipazione della Grecia al quantitative easing della Bce, ha rilevato ancora Draghi, precisando tuttavia che servirà una valutazione positiva su come Atene sta realizzando le misure concordate con i creditori.

Il board della Bce ha lasciato invariati i tassi d'interesse. Il tasso di rifinanziamento principale resta al minimo storico dello 0,05%. I segnali dall'economia indicano "una ripresa che si sta ampliando" nonostante i recenti sviluppi sui mercati, ha sottolineato Draghi, specificando che il Qe procede bene e continuerà fino a quando necessario.

I segnali dall'economia indicano "una ripresa che si sta ampliando" nonostante i recenti sviluppi sui mercati, ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, specificando che il Qe procede bene e continuerà fino a quando necessario.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who