• Expo, esposizione su Israele e su come riesce a centellinare la sua poca acqua

Expo, esposizione su Israele e su come riesce a centellinare la sua poca acqua

All'aeroporto di Fiumicino da giovedì alla vigilia di Natale

La scarsezza di risorse naturali come l'acqua ha spinto Israele a diventare un paese "pioniere nell'uso delle tecnologie innovative" nel comparto agricolo: è questo uno dei motivi di interesse di una mostra che, in vista dell'Expo dedicata al cibo, resterà aperta all'aeroporto di Fiumicino da giovedì alla vigilia di Natale.
    Come segnala un comunicato, "l'esposizione è dedicata principalmente alla storia dell'innovazione agricola d'Israele con particolare attenzione alle tecniche utilizzate da "Netafim", l'azienda pioniere e leader dell'irrigazione a goccia". L'esposizione sarà inaugurata allo scalo romano l'11 dicembre alle 16 alla presenza dell'Ambasciatore di Israele in Italia, Naor Gilon. Lo spazio espositivo sarà articolato in aree tematiche che permettono di compiere un "viaggio" alla scoperta delle "eccellenze ambientali, paesaggistiche, agricole e tecnologiche" di un Paese che in soli 66 anni ha trasformato in fertile una terra arida.
    La mostra è inserita in "Roma verso Expo", un programma di esposizioni, conferenze e incontri che consentirà ai paesi partecipanti all'esposizione universale di Milano di presentare le loro offerte in "location esclusive".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who