Sorrisi e vita, 'Questo è un bel libro'

Primo romanzo Alberto Corbino, storia di Tano Momo e Froid

(ANSA) - ROMA, 2 FEB - L'avvertenza al lettore la dice lunga: "E' un libro di fantascienza, guai all'umanità se un giorno la realtà supererà questa fantasia". Un 'De amicitia' degli anni 2000 fatto di amore, addii e ritorni, lacrime e sorrisi che viaggiano da nord a sud, insomma tanta vita condita da sapiente ironia in "Questo è un bel libro", primo romanzo di Alberto Corbino (Iemme edizioni). Il titolo è già una garanzia, accattivante il giusto all'inizio prima di spalancare le sue pagine in questa 'storia di Tano, Momo e Froid': decenni di vita italiana, di solitudini, di colorata trincea, di storie che si intrecciano tra gnocchi fatti in casa e erba fatta in giardino, in un mondo popolato di personaggi che fanno riflettere e sorridere, e di situazioni che strappano alla pancia la risata.
    Sullo sfondo l'Italia, tanto Sud, ma non solo: Napoli, Amsterdam, il Congo, Israele a unire un'indagine internazionale come rivincita su una vita "che ci vuole dare scacco matto troppo presto". Un libro scritto col cuore che guida la penna in questo inno all'amicizia: un romanzo originale nella forma e nella sostanza, ogni capitolo aperto dalla strofa di una canzone (il primo omaggia Battiato e il suo centro di gravità permanente), una sorta di colonna sonora dell'autore che dichiara subito l'intento di rendere più lieve anche le storie meno leggere. "All you need is a friend", e non poteva esserci verso migliore per raccontare le vite di Tano, un cronista di nera, Momo che trascina Tano in un viaggio rischioso a Tel Aviv, e Froid, con uno spiccato debole per le donne: persone e personaggi in cui molti possono ritrovare sogni e delusioni, i primi e gli ultimi amori, i giorni di scuola, insomma le proprie vite con un monito che trapela dai sorrisi: viverle a pieno "è il vero e unico diritto-dovere che abbiamo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA