Avengers: Infinity War, tra ironia ed epica

In sala dal 25/4 il blockbuster Marvel dai grandi numeri

(ANSA) - ROMA, 26 APR - 'Avengers: Infinity War', a firma di Anthony Russo e Joe Russo, e' sicuramente un blockbuster dai grandi numeri. Terzo capitolo della saga che nelle prime due parti ha gravitato al box office sul miliardo e mezzo ad episodio, l'attesissimo film, in sala dal 25 aprile in 900 copie con Walt Disney Pictures, mette dentro tutti i supereroi possibili e immaginabili e questo per la piu' grande resa dei conti di tutti i tempi. Cast che merita da solo un capitolo a parte, citiamo solo alcuni nomi (Chris Pratt, Scarlett Johansson, Karen Gillan, Zoe Saldana, Tom Holland, Benedict Cumberbatch, Brie Larson, Chris Evans, Dave Bautista, Chris Hemsworth, Robert Downey Jr., Vin Diesel, Sebastian Stan, Josh Brolin, Elizabeth Olsen, Bradley Cooper, Chadwick Boseman, Jeremy Renner, Paul Bettany, Mark Ruffalo e Benicio Del Toro) per raccontare una storia piena di azione ed ironia e con una vena apocalittica.
    Il fatto e' che Thanos (Brolin), il malvagio di Avengers Infinity War, come puntualmente ricorda il sinistro nome, e' un avversario non da poco anche se si mettono insieme tutti gli Avengers della formazione originale, ovvero Captain America, lo scienziato Bruce Banner (Ruffalo) e il suo alter ego Hulk, Il dio del tuono Thor (Hemsworth), la spia Vedova Nera (Johansson), l'arciere Occhio di Falco (Renner) il giovane impacciato Spider-Man (Holland), l'androide Visione (Paul Bettany) insieme a tutti i loro alleati.
    Thanos, gigante grigio con super-mento, e' conosciuto in tutta la galassia per la sua malvagita', ed e' anche animato da un'ossessione: quella di conquistare le sei Gemme dell'Infinito, da incastonare nel suo guanto d'acciaio, che indossa sulla mano sinistra, ed ottenere cosi' un potere che gli permettera' di imporre il suo potere a tutto l'universo.
    E cosi' in un unico film, per la gioia degli amanti del genere, ci saranno praticamente tutti, non solo Iron Man, Captain America, Thor, Hulk, la Vedova Nera, Occhio di Falco e Black Panther (Chadwick Boseman), ma anche Nick Fury, gli agenti dello S.H.I.E.L.D., Loki, Quicksilver, Falcon, War Machine e perfino David Haller degli X-Men.
    Va detto che il titano Thanos aveva fatto una brevissima apparizione in 'The Avengers', in 'Guardiani della Galassia' e 'Avengers: Age of Ultron'.
    "Nella nostra storia pero' Thanos - spiega il produttore Kevin Feige di questo diciannovesimo capitolo del Marvel Cinematic Universe - doveva rappresentare una minaccia molto piu' grande di tutto cio' che gli Avengers avessero mai affrontato prima.
    Piu' che in tutti i nostri film precedenti, questa storia e' incentrata su lui e le sue intenzioni, i suoi obiettivi, il suo passato. All'interno dell'Universo Cinematografico Marvel - conclude - si tratta del primo film a essere raccontato dal punto di vista del cattivo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA