Incontrada 'Come una madre', torno con favola nera su Rai1

Dal 2 febbraio tre prime serate dirette da Andrea Porporati

 Vanessa Incontrada uno dei volti più amati dal pubblico della fiction Rai. Torna protagonista su Rai1 nella miniserie 'Come una madre' - dal 2 febbraio in tre prime serate - nei panni di Angela, una donna ferita che ha perso il figlio, Matteo di soli 9 anni, in un incidente stradale e si rifugia su un'isoletta in Toscana. Qui diventa amica di una vicina che le affida momentaneamente i due figli, ma una notte verrà uccisa. Una favola nera on the road, che vedrà la donna un'assistente sociale - accusata ingiustamente dell'omicidio della nuova amica - affrontare con i due fanciulli, Valentina e Bruno, un lungo viaggio, una fuga suo malgrado, per ritrovare la pace interiore perduta.
    "Ho sempre pensato - racconta nel corso della presentazione a Viale Mazzini - che le donne interpretate da me siano molto coraggiose, non abbiano paura di lottare per quello che vogliono: donne anche fragili, ma determinate".
     Dopo il successo del monologo sull'imperfezione (all'interno dello show 'Venti anni che siamo italiani), sarà un anno davvero speciale, ricco di novità per la popolare attrice spagnola che in Italia ha trovato il successo, si è sposata e ha avuto due figli. Dal 2 febbraio sarà appunto in 'Come una madre', con la regia di Andrea Porporati che firma anche la sceneggiatura e il soggetto. Una produzione 11 marzo film in collaborazione con Rai Fiction. Tra i protagonisti di 'Come Una Madre' anche Giuseppe Zeno (Un agente dell'intelligence, Kim. Agli occhi dei bambini quasi un supereroe), con Incontrada ha già recitato nel mistery Scomparsa del 2017. La nuova serie "è una storia popolare e moderna - prosegue Vanessa - che racconta l'esperienza riparativa di una donna rispetto alla sua maternità perduta". La serie si svolge in tre serate, una sceneggiatura con una trama in cui interagiscono livelli narrativi e riferimenti di genere diversi: una fuga e dunque un inseguimento e la minaccia che incombe, dando spazio all'azione e alla sospensione-attesa del thriller.
La storia di un rapporto che si costruisce tra una donna, Angela che da pochi da pochi mesi ha perso il figlio Matteo di nove anni. "Una tragedia che l'ha spezzata, e il rapporto che lei instaura con i due ragazzini che le vengono affidati: il coraggio e l'amore di una donna che si riscopre madre ed elabora in questo modo il suo lutto". Nel cast principale Sebastiano Somma (un maggiore dell'intelligence che a un certo punto però ha smarrito i confini tra il bene e il male. Si trova invischiato nel caso dei bambini e della loro madre, cerca di risolverlo e invece finisce sempre più a fondo in una storia di prepotenza e violenza), Simone Montedoro, Crystal Deglaudi, Tancredi Testa, l'ex soprano e oggi attrice Katia Ricciarelli (che interpreta una romantica figura di senzatetto dal grande passato. E' stata una famosa cantante lirica e si è rovinata per un amore sbagliato), Ivan Franek, Marco Cocci, Luigi Diberti, Eleonora Giovanardi, Ninni Bruschetta.
In questo 2020 la aspettano tanti altri progetti. Si comincia il 7 febbraio, quando l'attrice debutterà al teatro La Fonderia di Follonica (Grosseto) con 'Scusa sono in riunione… ti posso richiamare?'. Poi in aprile inizierà le riprese di un nuovo film per Rai1. Il regista e autore della sceneggiatura Porporati dice: "si tratta di un "road movie" che vede i tre personaggi alle prese con un viaggio, una fuga che li porta attraverso paesaggi poco raccontati. La necessità di nascondersi spinge i protagonisti a muoversi con mezzi non convenzionali, tra i boschi, le colline, i borghi, le rive del mare che lambisce un'Italia bellissima. Un paesaggio reale e da favola, come questa storia. Uno sfondo che si ispira da una parte a quello che conosciamo, dall'altra a quello di Pinocchio e di altri luoghi dell'anima, come la Vigàta di Montalbano, sospesi a metà tra realtà e fantasia".
   Per la direttrice di Rai Fiction, Eleonora Andreatta, Incontrada "per la Rai rappresenta una certezza, un'interprete che porta con sé un certo tipo di storia, fatta di sentimenti.
Un esempio della forza del femminile". Come Una Madre aggiunge "conferma come la fiction sia ormai oltre il perimetro dei generi".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA