De Filippi, in 18 anni di Amici io sempre la stessa

"Ho puntato sulla diretta e sui ragazzi, ma il sabato non è il giorno giusto"

"Adesso penso solo alle vacanze". Maria De Filippi, dopo una stagione come sempre piena di impegni televisivi, può finalmente dedicarsi a un po' di relax. Ieri sera ha salutato il suo pubblico, con la finale della 17/a edizione di Amici, che ha incoronato vincitore il giovane cantautore Irama. Un altro successo che va ad aggiungersi a quelli inanellati dalla regina della tv: 4 milioni 872 mila spettatori (il 25.13% di share) e il record della primavera 2018 di Canale 5 per un programma che si avvia a tagliare il traguardo dei 18 anni, avendo saputo rinnovarsi e cambiare pelle quando ce ne è stato bisogno.

Chi è sempre uguale a se stessa è invece lei, Queen Mary. "Non credo di essere cambiata in questi anni, penso di essere sempre la stessa con i ragazzi - racconta -. Se li ascolti, sono più vicini di quanto non possa sembrare anagraficamente". Il programma delle gambe, lo ha definito nella chiacchierata con Geppi Cucciari durante la serata, lasciando a C'è posta per te il cuore. La capacità della Maria nazionale, e del suo staff, è sempre stata quella di lavorare su un format non rigido ("una fortuna, ma a me piacciono i titoli ambigui. Il più paraculo è Uomini e donne"): quest'anno le novità sono state il ritorno alla diretta, una scelta che sembra ormai imprescindibile, e la centralità dei ragazzi, che quest'anno arrivavano con 10 pezzi pronti a puntate, rispetto ai tre degli anni scorsi. "In tempo di spoiler, non credo ci sia alternativa per un talent", sottolinea De Filippi, che continua invece a insistere con la rete per una diversa collocazione del programma. "Sono anni che andiamo in onda di sabato, ma non è il giorno giusto per Amici. Non ne faccio una questione di dati, ma di cambiamento di registro che necessita un programma che va in onda il sabato sera: deve uscire dal format del talent per allargarsi al varietà, penalizzando i ragazzi. Io continuerò a dire che il sabato non è giusto, ma poi io lavoro per Mediaset e decidono loro".

Chissà che questa volta non le diano ascolto: il direttore di Canale 5, Giancarlo Scheri, si è detto possibilista, anche in vista dell'offerta televisiva più variegata per la prossima stagione. Ieri sera è arrivato anche il tweet di complimenti di Matteo Salvini: "Dopo una giornata lunga e impegnativa, un po' di relax coi ragazzi e con la musica di #Amici17". Lei incassa e ringrazia: "Quando è venuto ospite a C'è posta per te mi aveva detto di essere cresciuto 'a pane e Amici'. Evidentemente era vero. Lo trovo geniale nella comunicazione". Soddisfatto anche il coreografo Luca Tommassini, al debutto ad Amici dopo l'esperienza a X Factor. "Mi hanno mentito, mi avevano detto che sarebbe stato tutto facile - racconta -. Macché! E' un programma che si scrive in diretta, ma mi sono stradivertito. Ha un cast pazzesco, il migliore al mondo, e poi io volevo lavorare con Maria. L'anno prossimo? Ora ne parleremo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA