Scala, debutto in rosa per la Filarmonica

10 concerti in casa, 20 in tournée, dirige Mirga Grazinyte-Tyla

Nel 2019 per la prima volta una donna dirigerà un concerto della stagione sinfonica della Filarmonica della Scala. La lituana Mirga Gražinytė-Tyla, 32 anni, che guida il Salzburger Landstheater e la City of Birmingham Symphony Orchestra, sarà sul podio della Filarmonica il 25 marzo con solista Sol Gabetta al violoncello.

Sono dieci i concerti in programma alla Scala, venti quelli in tournée e comunque, ha sottolineato il direttore principale della Filarmonica Riccardo Chailly "la richiesta sarebbe ancora più alta per averci". Chailly a Milano sarà sul podio per l'inaugurazione il 12 novembre con il solista Maxim Vengerov e un programma che include il primo concerto per violino di Sostakovic e il concerto per orchestra di Bartok, e tornerà poi il 29 aprile con Emmanuel Tjeknavorian al debutto per il concerto per violino di Sibelius seguito dalla sinfonia n.1 di Brahms. Sul podio si alterneranno direttori 'di famiglia' che con la Filarmonica si esibiscono spesso (Fabio Luisi, Myung-Whun Chung, Daniele Gatti e Daniel Harding), qualcuno che ritorna (Edward Gardiner, con Igor Levit al pianoforte) e due debutti: oltre a Gražinytė-Tyla, Michele Mariotti che con la Filarmonica ha suonato ma mai in stagione. Insomma un misto di novità e tradizione.

"Abbiamo intenzione di andare nel segno della continuità, e di farlo in Italia e all'estero" ha spiegato il coordinatore artistico Damiano Cottalasso. Ora che lo storico direttore artistico Ernesto Schiavi se ne è andato (passando all'orchestra della Rai), infatti, lo hanno sostituito due orchestrali, Cottalasso appunto e Renato Duca, che è anche vicepresidente della Filarmonica. Un ringraziamento per la "funzione pubblica" dell'orchestra, reduce dal successo del concerto gratuito in piazza Duomo, e impegnata anche il prossimo anno con le prove aperte a prezzo calmierato il cui ricavato finanzia progetti solidali, il progetto per i bambini 'Sound, music!' e le borse di studio per giovani musicisti, è arrivato dall'assessore comunale alla Cultura Filippo Del Corno. Ma l'attività della Filarmonica non si limita a Milano. "Sono più di 50 gli appuntamenti in Italia e all'estero" ha ricordato il presidente Jean Pierre Mustier, ad di Unicredit, il main sponsor della Filarmonica. In estate la Filarmonica sarà a Lubiana, Wiesbaden, Gstaad, Grafenegg, Verona e in gennaio a Madrid, Parigi, Dortmun, Amsterdam, Lussemburgo. Poi in primavera a Roma, Modena, Lucerna, Lahti, Stoccolma, Malmoe, Aalborg e Baden-Baden.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA