Negrita, i club sono l'officina del rock

'9Live&Live' è il nuovo album della band in tour nei piccoli locali

Un nuovo album dal vivo e un tour che riempie i club per i Negrita che sono tornati in scena con '9Live&Live'. Il titolo è quello del cofanetto che la band aretina ha appena pubblicato, con le versioni live delle tracce già contenute nell'album '9', oltre agli inediti 'I tempi cambiano', scritta a quattro mani con Luciano Ligabue, e 'Quelli che non sbagliano mai'. "Luciano lo conosciamo da vent'anni e visto che aveva tre minuti liberi - hanno scherzato i Negrita - gli abbiamo proposto di scrivere assieme un pezzo. Non riuscivamo a trovare una conclusione a quello che avevamo già scritto e lui l'ha trovata in modo magistrale. Quando ha letto il titolo, ha pensato che ricordasse troppo un pezzo di Bob Dylan, ma poi gli è piaciuto. Abbiamo pensato a lui perché è un pezzo che poteva stare anche nelle sue corde e poi lui aveva bisogno di un po' di pubblicità", aggiungono ridendo. Il secondo degli inediti è invece dedicato al mondo dei social network e critica in modo ironico ("fa parte del nostro essere toscani", dicono loro) chi in rete pensa di saperla sempre più lunga degli altri.

"È un'esperienza che nel nostro piccolo abbiamo vissuto anche noi - hanno spiegato Pau, Drigo e Cesare, prima della seconda data live all'Alcatraz di Milano dopo quella di ieri - con qualche scontro sui nostri canali in rete". Il cofanetto, che contiene anche un dvd con le immagini registrate al Mediolanum Forum durante lo scorso tour nei palazzetti, è un docu-film registrato durante la lavorazione dell'album '9' in Irlanda ed è arrivato a qualche giorno dalla partenza di un tour che ha riportato i Negrita a suonare nei piccoli club dopo dodici anni.

"I club sono l'officina dove si costruisce il rock - hanno spiegato i tre - e tornarci ci ha permesso di riscoprire le nostre origini e anche di ritrovare noi stessi. Qualche sera fa abbiamo suonato in un club dove le prime file del pubblico erano a pochi metri dalla nostra faccia e siamo tornati a vedere gente che pagava ai nostri concerti. Nei palazzetti si fanno gli show, ma è nel club che la musica si sviluppa e fermenta". Cominciato lo scorso 25 febbraio e con molte doppie date nello stesso locale per via della capienza limitata, il tour dei Negrita proseguirà fino al 9 aprile quando la band, che dal vivo si presenta con la formazione allargata a cinque, arriverà al Palco 19 di Asti. "Per il nuovo tour abbiamo diviso i concerti in due parti - ha spiegato Pau - e l'intervallo si chiama 'whiskey time' come lo chiamava una band alla quale negli anni Novanta aprivamo i concerti nei campeggi in Croazia".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA