Daniela Tornatore, L'ultimo ricordo

L'importanza che hanno parole in una storia di vita e amore

DANIELA TORNATORE, L'ULTIMO RICORDO (Leima, pp.144, 14 euro).   Ogni storia d'amore è, allo stesso tempo, unica, ordinaria nelle sue pecche e speciale quando esprime compiutamente l'impeto della passione. Anna e Paolo non sfuggono alla regola: si desiderano, si cercano, si feriscono, si allontanano per poi riprendersi e ricominciare tutto, chiusi come in un loop infinito di una relazione irrisolta, ma comunque capace di renderli in qualche modo felici.
    Almeno fino al giorno in cui Anna, ormai stanca da una relazione logorante, sparisce definitivamente dalla vita di Paolo, soggetto schivo e a volte indisponente. Ma la fine di questa storia non è quella che ci si potrebbe aspettare. A portare alla luce questo intenso legame è Angela, testarda giornalista di razza. Sarà grazie a lei che la storia di Anna e Paolo potrà arricchirsi di un nuovo capitolo e compiersi nella sua straordinarietà. Il tutto a distanza di 20 anni. Daniela Tornatore, sorella del regista e premio Oscar, Giuseppe, firma della carta stampata e volto dell'informazione televisiva, al suo romanzo d'esordio, ci regala un'intensa testimonianza di come l'amore sia in grado di battere anche la malattia più subdola: quella che cancella una parte di noi, e che ci rende davvero umani, forse speciali, sicuramente più profondi. Quella malattia sulla cui gravità e sulle cui conseguenze troppe volte è stato calato un velo di silenzio che questo libro solleva con garbo e delicatezza.
    'L'ultimo ricordo' (Edizioni Leima, dal 6 febbraio in libreria) è un libro sulle parole, ma anche una storia densa di emozioni. E' delle parole che ci chiede di prenderci cura ogni giorno, senza sceglierle a caso, senza servircene come se ci fosse sempre tempo per rimediare. Perché le parole sono importanti e bisogna usarle. C'é più di una storia ne 'L'ultimo ricordo'. Ci sono personaggi che diventano racconti, ci sono voglia di verità e informazione, ci sono unioni che sopravvivono, legami recisi, il bisogno di portare alla luce chi spesso viene relegato nell'ombra. E' una storia travolgente in cui emerge una sola cosa: l'amore. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie