Da Allende a Ferrante, tante autrici da regalare

Tra le sorprese il graphic novel Mahabaratha

La potente voce di Isabel Allende e quella di Margaret Atwood, di Elena Ferrante e di Melania Mazzucco. Una Nobel tutta da scoprire in Italia, la polacca Olga Tokarczuk, e nel decimo anniversario della scomparsa di Alda Merini un libro che raccoglie le poesie più significative dell'ultimo decennio Sono le scrittrici a dominare la scena tra le Strenne 2019.
    Momento d'oro per recuperare il tempo perduto, le feste natalizie possono riservare anche grandi sorprese e tra quelle da mettere sotto l'albero spicca il graphic novel Il Mahabaratha che merita davvero un posto speciale.
    Ecco una scelta di titoli: - LUNGO PETALO DI MARE (FELTRINELLI) DI ISABEL ALLENDE. La storia di un uomo e una donna in fuga per sopravvivere agli sconvolgimenti della Storia del Ventesimo secolo. La Allende ci porta dalla Spagna alla fine della guerra civile alla fuga in Francia e da li in Cile, a bordo del piroscafo preso a noleggio da Pablo Neruda per trasportare più di duemila profughi spagnoli.
    - I TESTAMENTI (PONTE ALLE GRAZIE), DI MARGARET ATWOOD. Evento letterario dell'anno, l'attesissimo seguito de 'Il racconto dell'ancella' da cui e' stata tratta la premiatissima serie tv, distribuita in Italia da Timvision,ci porta nel regime di Gilead che si e' evoluto: non e' piu' all'inizio, ma nel periodo di mezzo. Ed è il momento delle purghe.
    - LA VITA BUGIARDA DEGLI ADULTI (E/O) DI ELENA FERRANTE. Non ci sono Lila e Lenù, ma il rapporto tra Giovanna, una ragazzina di dodici anni che vive in una casa con tanti libri, e la zia paterna Vittoria che è la cosa più intensa e forte di questo nuovo romanzo. Siamo sempre a Napoli, ma anche in quella del Rione Alto e del Vomero e seguiamo le menzogne dei grandi, lo sgretolarsi delle certezze, la separazione dei genitori di Giovanna e una poco esaltante iniziazione sessuale.
    - L'ARCHITETTRICE (EINAUDI) DI MELANIA MAZZUCCO.
    Il ritratto di una straordinaria donna del Seicento, Plautilla, la prima architettrice della storia moderna che nasconde audacia e sogni per poter realizzare l'impresa in grado di riscattare una vita intera: costruire un'originale villa di delizie sul colle che domina Roma, disegnata, progettata ed eseguita da lei.
    - I VAGABONDI (BOMPIANI) DI OLGA TOCARCZUK. Costruito a costellazioni è il romanzo con cui, prima polacca, ha vinto l'International Man Booker Prize 2018. Il viaggio, la liberta' di spostarsi da un luogo all'altro, il tempo di chi non sta mai fermo, sono l'anima del romanzo dove a fare da spirito guida è una narratrice che fin da bambina ha un grande desiderio, essere in movimento.
    - VOCE DI CARNE E ANIMA (FRASSINELLI) DI ALDA MERINI. Carnalità e trascendenza in questa scelta di versi, dal 2000 al 2009, tratti dai libri che la Merini ha affidato negli ultimi dieci anni della sua vita all'amico Arnoldo Mosca Mondadori, per la prima volta raccolti in volume. Da Corpo d'amore al Poema della croce a La carne degli angeli, al Magnificat fino al travolgente Eternamente vivo.
    - MARIA CALLAS, IO, MARIA (RIZZOLI, PP 560, EURO 21). La Divina e la donna in un sorprendente autoritratto che le restituisce la sua voce vera, più intima. La scopriamo in Maria Callas. 'Io, Maria' a cura del regista e fotografo Tom Volf che ha raccolto le sue memorie e un'ampia raccolta di lettere private, per la maggior parte inedite, dal 1946 al 1977.
    - IL SEGRETO DEL CANTO DI NATALE (HARPER COLLINS) DI VANESSA LAFAYE. In perfetto stile Strenna, piccolo caso editoriale in Inghilterra, questo romanzo commovente di amicizia e solidarietà, ci riporta nelle atmosfere del capolavoro di Dickens raccontandoci la storia di uno dei suoi personaggi più misteriosi, il socio in affari di Ebenezer Scrooge. L'autrice è scomparsa nel 2018, prima di poterlo finire e la sua migliore amica, Rebecca Mascull, ne ha raccolto il testimone.
    - IL MAHABHARATA (L'IPPOCAMPO) DI JEAN-CLAUDE CARRIERE CON ILLUSTRAZIONI DI JEAN-MARIE MICHAUD. L'opera letteraria più estesa al mondo è finalmente disponibile in un graphic novel che mantiene la stessa intensità narrativa e forza espressiva. Ci sono voluti oltre tre anni di grande lavoro da parte del disegnatore e fumettista Jean-Marie Michaud, che ha illustrato in migliaia di tavole i testi del grande sceneggiatore Jean-Claude Carrière , amico di Luis Bunuel, per restituirci in 440 pagine il complesso e labirintico "poema del mondo". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA