Rocco e i suoi fratelli torna in sala, a 40 anni da morte Visconti

Cineteca Bologna e Titanus presentano edizione restaurata dal 7 marzo

In occasione del 40° anniversario della morte di Luchino Visconti, la Cineteca di Bologna presenta dal 7 marzo in 70 sale italiane Rocco e i suoi fratelli (Italia-Francia, 1960) nell'edizione restaurata, realizzata con Titanus e Rai Cinema tra gli altri.
    Arriva così sui grandi schermi per la prima volta in versione integrale, dopo la presentazione in diversi festival, il grande affresco con cui Visconti ha raccontato l'Italia che cambiava negli anni dello sviluppo industriale e della migrazione interna da Sud a Nord.
    Le star Alain Delon, Claudia Cardinale e Annie Girardot sono, con Renato Salvatori, i protagonisti di un film che ha segnato intere generazioni italiane, puntando il dito sulla violenza delle profonde trasformazioni, a cominciare dall'interno di una famiglia.
    "Fellini ha raccontato La dolce vita, io tenterò invece di raccontare l'amara vita della gente come Rocco": così ne parlava Luchino Visconti, a confronto con l'altro film che ha marcato il 1960 del cinema italiano nel mondo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA