Stanlio-Ollio, sono ancora i più amati. Pienone alle Giornate del Cinema Muto

Proiettato "The Battle of The Century" del 1927, quello da 3000 torte in faccia

La coppia più comica del mondo è ancora la più amata dal pubblico. Una fila lunga centinaia di metri si è formata, ieri sera, davanti alle porte del teatro "Verdi" di Pordenone, in attesa di poter assistere ad uno degli avvenimenti più attesi delle Giornate del Cinema Muto: la proiezione di uno dei primi film di Stan Laurel e Oliver Hardy, "The Battle of The Century" del 1927, finora conosciuto solo parzialmente e ieri proposto in anteprima nella quasi totale integrità. Monumento epocale dello slapstick, il film dispiega un arsenale stimato intorno a 3.000 torte di crema, che giustifica ampiamente il suo titolo e la sua fama. Ma per celebre che fosse - ed è questa una grande ironia della storia del cinema - fino a quest'anno non è stato possibile praticamente per nessun vivente vederlo così com'era quando è uscito. Finora si conoscevano solo 12 minuti di quello che in origine era un due rulli di 25 minuti. Negli anni '70 il Museum of Modern Art scoprì un nitrato, incompleto, del primo rullo, e nel 1979 lo diede in prestito, senza preservarlo, alla Blackhawk Films, che vi aggiunse le clip di Youngson del 1957, ottenendo una versione distribuita sul mercato dei 16mm. L'originale 35mm non fu mai restituito al MoMA, ma rispuntò negli anni '80 presso la Library of Congress, giusto in tempo per essere duplicato prima della sua totale decomposizione. Tuttavia, solo nel luglio dello scorso anno, Jon Mirsalis, collezionista, storico e musicista, ha trovato il secondo rullo completo del film, comprendente un'intera sequenza finora sconosciuta e anche una versione più completa della stessa battaglia. Stanlio è un pugile disastroso. Ollio, il suo manager, pensa che l'unica via per cavarne dei quattrini sia stipulare un'assicurazione sugli infortuni e organizzare un incidente. La buccia di banana sistemata all'uopo funziona perfettamente, però manda al tappeto l'uomo sbagliato, un pasticciere impegnato in una consegna a domicilio, che inizia a lanciare le sue torte come missili. In men che non si dica, l'intera strada è coinvolta nella "battaglia del secolo", con i primi piani dei bersagli colpiti calcolati con perfetto tempismo. Il film riunisce il fior fiore della comicità cinematografica di quegli anni: Roach, McCarey e Bruckman, con George Stevens alla macchina da presa, H.M. Walker alle didascalie e Richard Currier al montaggio. Impietosamente, alcuni attori importanti non sono accreditati: Eugene Pallette, nel ruolo dell'agente assicurativo, era già un affermato caratterista; il pasticcere è interpretato da Charlie Hall, che come Chaplin e lo stesso Laurel proveniva dalla compagnia teatrale inglese di Fred Karno; Noah Young, una figura resa familiare dai film di Harold Lloyd, interpreta il temibile pugile che sfida Stan; Anita Garvin fa un trionfale capitombolo di due secondi; tra gli spettatori del match, appare di sfuggita anche il ventunenne Lou Costello.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA