Tozzi, trascurare animazione errore strategico enorme

Presidente Anica a Roma agli Stati generali del settore

 "L'animazione è un settore completamente trascurato in Italia, ha dinamiche complesse e dal punto di vista industriale è ad alta intensità tecnica e ad alto costo. Finanziare film d'animazione è difficilissimo, ma non farlo è un errore strategico enorme". Lo ha detto il presidente dell'Anica, Riccardo Tozzi, agli Stati generali dell'animazione italiana in corso a Roma.

Tozzi si è anche soffermato sull'esempio francese "che ci mostra come quando l'animazione è fatta ad alto livello mobilita professionalità, tecnologie, ha un'alta redditività e permette di competere su livello internazionale. Però questi risultati sono il frutto di molti anni di lavoro e di un sostegno di investimenti pubblici, necessari nei settori dove c'è molto da rischiare. L'animazione italiana non l'ha avuto, però seppur tardivamente l'abbiamo chiesto come Anica e nel disegno di legge del governo, c'è. Comincia ad esserci la sensibilità su questo, ma deve cambiare la mentalità di noi produttori". Anche perché, ha aggiunto, "il pubblico italiano è per il 46 per cento sotto i 14 anni, una quota enorme larghissimamente determinata dall'animazione. Se noi non riusciamo a competere ci allontaniamo da questa grandissima parte di spettatori". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA