Elio e il caso Rocco Tanica: scherzo o divorzio?

'Si è accorto tardi che aveva già firmato per la rassegna stampa'

  Il caso Rocco tanica agita Sanremo. Ma è vero caso? Con Elio e Le Storie Tese è sempre difficile dirlo. E' un incontro surreale quello che avviene in sala stampa, alla vigilia della loro esibizione al festival di Sanremo, dove sono in gara con il brano Vincere l'Odio. Da quelle parti c'è anche  Rocco Tanica che oggi non sarà sul palco dell'Ariston, ma in sala stampa con i suoi siparietti e le sua rassegna stampa 'sui generis'.

  "Ah, non suoni con noi?", chiede un fintamente stupito Elio. "Non te lo avevo detto scusa - replica semiserio Tanica -, ma a settembre ho ricevuto la proposta di occuparmi di nuovo del siparietto a fine festival. E subito come una cerbiatta impazzita di gioia ho detto sì. Quando il nostro brano è stato preso, ho pensato che fosse coerente rimanere fedeli al primo impegno preso".

Impossibile capire chi e se fa sul serio. Tanto meno Tanica che aggiunge: "Comunque smentisco risolutamente le voci secondo le quali io sarei scappato per i continui litigi tra Elio e Morgan. Loro sono come una coppia monogenitoriale". Sicuri che sia proprio la corretta versione dei fatti? "Macché, dopo che avevamo finito, si è accorto che aveva già firmato con Conti", risponde stizzito Elio. "Macché - interviene anche Faso - con Conti prende il grano, con noi no". 
    Gli Elii, insomma, fanno gli Elii, anche quando dovrebbero presentare il loro brano, contenuto nel nuovo album Figgatta de blanc (in uscita il 12 febbraio), che come gadget nello speciale box Lelo e Le Storie Tese propone Lelo Siri 2, "un massaggiatore che vibra rispondendo a qualsiasi suono". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA