Imbrattate a Roma targhe delle vie vittime leggi razziali

Le strade prima erano intitolate a chi firmò Manifesto razza

Sono state imbrattate a Roma le due targhe dedicate a vittime delle leggi razziali che la scorsa settimana per volere del Campidoglio avevano sostituito altre che intitolavano le stesse strade ai firmatari del Manifesto della razza. A darne l'annuncio la sindaca Raggi con un tweet. "Gesto vergognoso, ripuliamo subito", promette.

Sono in corso accertamenti dei poliziotti del commissariato Primavalle sull'imbrattamento di alcune targhe di strade intitolate a chi ha combattuto contro fascismo e razzismo. A denunciare l'episodio, avvenuto nella notte alla periferia di Roma, è stata la sindaca Virginia Raggi.

"Imbrattate stanotte a Roma le targhe delle strade intitolate a Nella Mortara e Mario Carrara, vittime delle leggi razziali. L'ennesimo atto vile e infamante di fascisti senza onore che agiscono nell'ombra. Non smetteremo mai di combattervi, mai". Così su Twitter Nicola Zingaretti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA