• Dissequestrata la Mare Jonio: "Torniamo in mare". Open Arms salva altri 69 migranti

Dissequestrata la Mare Jonio: "Torniamo in mare". Open Arms salva altri 69 migranti

Adesso a bordo 124 naufraghi, 2 bimbi e due donne incinte

"La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Agrigento ha disposto il dissequestro della nave #MareJonio di #Mediterranea. Ci stiamo già preparando a ritornare al più presto in mare". Così in un tweet la ong Mediterranea Saving Humans.

Intanto la ong Open Arms riferisce: "Sono 69 le persone salvate la scorsa notte" al largo della Libia, aggiungendo che a bordo della propria nave ci sono complessivamente 124 naufraghi. "Abbiamo bisogno di un porto sicuro per sbarcare", aggiunge la ong.

Le persone salvate - scrive ancora Open Arms - hanno "segni evidenti delle torture subite in Libia". Tra i naufraghi ci sono "due bimbi, due donne in gravidanza, una di nove mesi con contrazioni".

Il gommone soccorso da Open Arms si trovava a circa 70 miglia dalle coste di Zuwarah, in acque internazionali, e la sua posizione è stata segnalata alla Ong catalana da Alarm Phone, il servizio telefonico che fornisce ai migranti un numero da chiamare in caso di difficoltà. In mattinata, ha scritto su twitter Alarm Phone, "siamo stati chiamati da circa una cinquantina di persone che erano in difficoltà nel Mediterraneo centrale". I migranti "erano partiti dalla Libia la scorsa notte e una volta ottenuta la loro posizione Gps - dice ancora Alarm Phone - abbiamo informato le autorità e Open Arms che era nelle vicinanze".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA