Elezioni: Berlusconi-Salvini, nuova lite sulla Fornero

L'ex premier: "Resta quota 67 con poche eccezioni". Ribatte il leader della Lega: "Patti chiari, Fornero si cancella"

Nuovo botta e risposta a distanza tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini sulla legge Fornero sulle pensioni. 

"A Berlusconi dico 'Patti chiari, amicizia lunga'. Via la legge Fornero. E' il primo punto del programma del centro-destra che abbiamo firmato tutti": ribatte il leader della Lega, Matteo Salvini, replicando all'intervista al Sole 24 Ore di Silvio Berlusconi, nella quale l'ex premier conferma: "Resta quota 67 con poche eccezioni". Perché - argomenta - non possiamo far saltare i conti'. 

"Con gli italiani - incalza Salvini - ho preso un impegno prima personale e poi come partito. La Fornero va cancellata. È una legge ingiusta, sbagliata, che porta povertà e disperazione nelle famiglie", conclude.

Dalle pagine del Sole, Berluconi  sostiene che anticipare l'accesso alla pensione rispetto agli attuali 67 anni sarà possibile "solo in alcuni casi, individuati con equità, e per un periodo di tempo limitato": sulla previdenza attenzione a non stravolgere i conti dell'Inps e tutela ai "lavoratori che sono stati discriminati dai criteri rozzi e frettolosi adottati dalla Legge Fornero". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA