Valanga in Val Venosta, due morti

Dopo la figlia di 11 anni, è deceduta in ospedale anche la madre. L'incidente si è verificato sulla cima Seekoepfl, a 2.100 metri di quota. Soccorsi resi difficili condizioni meteo

Sale a due morti il bilancio della valanga di Malga San Valentino. E' deceduta all'ospedale di Silandro, dove era stata ricoverata poco prima in gravissime condizioni, anche la donna di 45 anni travolta dalla neve. Sul posto era invece morta la figlia di 11 anni. Si tratta delle due persone recuperate dalla neve dai soccorritori. Tutti gli altri sette membri di un gruppo di scialpinisti tedeschi sono invece rimasti illesi. La ragazza, le cui condizioni da subito sono risultate molto critiche, è deceduta nonostante lunghi tentativi di rianimazione. 

La valanga è caduta nella zona di Malga San Valentino sopra il lago di Resia, nei pressi del centro sciistico Haideralm.

Secondo le prime informazioni, la slavina avrebbe investito un gruppo di sciatori durante un fuoripista. Il pericolo valanghe in tutta l'area attualmente è "marcato" (grado 3 di 5).  

L'elisoccorso Pelikan 1, dopo un tentativo fallito di raggiungere di notte il luogo della valanga in Alta val Venosta, è tornato alla sua base all'ospedale di Bolzano. La comunicazione con i soccorritori sul posto è molto difficile.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA