• Papa Francesco: 'Dio non è controllore di biglietti non timbrati'

Papa Francesco: 'Dio non è controllore di biglietti non timbrati'

'Grande peccato l'indifferenza verso i poveri'

L'omissione è "il grande peccato nei confronti dei poveri. Qui assume un nome preciso: indifferenza". Lo ha detto il Papa nell'omelia domenicale a piazza San Pietro, spiegando: "E' dire: 'Non mi riguarda, non è affar mio, è colpa della società'. È girarsi dall'altra parte quando il fratello è nel bisogno, è cambiare canale appena una questione seria ci infastidisce, è anche sdegnarsi di fronte al male senza far nulla. Dio, però, non ci chiederà se avremo avuto giusto sdegno, ma se avremo fatto del bene".

"Non fare nulla di male non basta, perché Dio non è un controllore in cerca di biglietti non timbrati". Lo ha detto il Papa nell'omelia. C'è una parola "forse andata un po' in disuso eppure molto attuale": "omissione". "Il suo male - dice il pontefice riferendosi al servo del Vangelo che non fa fruttare il suo talento - è stato quello di non fare il bene".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA