• Resta strangolato nella scena di una impiccagione, attore gravissimo

Resta strangolato nella scena di una impiccagione, attore gravissimo

E' accaduto in un teatro a Pisa, allarme dato da una spettatrice

E' in condizioni disperate Raphael Schumacher, l'attore lombardo di 27 anni ricoverato in coma dalla notte di sabato dopo essere rimasto strangolato in scena mentre raffigurava un'impiccagione al teatro Lux di Pisa. Le sue condizioni si sono ulteriormente aggravate. Lo ha reso noto stamani l'Azienda ospedaliero universitaria pisana annunciando che nelle prossime ore il reparto di rianimazione diffonderà un altro aggiornamento. Secondo quanto si apprende da fonti ospedaliere, i danni cerebrali riportati sono irreversibili e il paziente non ha risposto positivamente alle terapie.

"Siamo sconvolti. Non abbiamo parole per commentare". Andrea Vescio, uno dei responsabili dell'associazione che ha in gestione il Teatro Lux di Pisa, dice solo poche parole al telefono con la voce incrinata dallo choc prima di riagganciare: "Ho solo visto un ragazzo di 27 anni a terra, in stato di incoscienza". "Stava eseguendo - conclude Vescio - una scena frontale nella quale si raffigurava un'impiccagione, con un unico spettatore presente, la studentessa neolaureata che dopo qualche minuto si è accorta che era accaduto qualcosa di grave e ha dato l'allarme". La serata-evento di ieri sera, secondo quanto si appreso, prevedeva una serie di rappresentazioni simultanee e l'incidente nel quale è rimasto strangolato l'attore comprendeva anche una scena di impiccagione con una specie di corda legata a un albero. All'interno del teatro, secondo la polizia, tra attori e spettatori vi erano alcune decine di persone. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA