• Lotteria Italia 2015, premio da 5 milioni a Roma. Tutti i biglietti vincenti

Lotteria Italia 2015, premio da 5 milioni a Roma. Tutti i biglietti vincenti

Il biglietto P 490672 è stato venduto in un chiosco nel centro delal Capitale. Il secondo premio (A 221059) venduto a Senigallia (Ancona). Tutti i tagliandi vincenti

Il biglietto P 490672 da 5 milioni di euro della Lotteria Italia è stato acquistato nel pieno centro storico di Roma. A venderlo è stato uno dei tanti chioschi della Capitale, in via del Corso 184, a due passi da Palazzo Chigi. E' la seconda volta che il chiosco "conquista" il primo premio della Lotteria, dopo aver venduto il tagliando fortunato già nel 2004. TUTTI I BIGLIETTI VINCENTI (GUARDA L'ELENCO)

Il chiosco vincente

Antonella Clerici porta fortuna a Roma e dopo sei anni, la Capitale torna a vincere il primo premio della Lotteria Italia. Oltre al primo premio, a Roma è stato venduto il biglietto del quarto premio da un milione di euro, più altri 950 mila euro complessivi tra biglietti di seconda e terza categoria. Era dal 2009 che la città eterna non si aggiudicava il primo premio della Lotteria Italia. Ma nelle ultime 19 edizioni la Capitale ha centrato ben otto volte il premio più ambito. L'annuncio è stato dato nel corso della trasmissione 'La prova del cuoco', su Rai Uno, presentata da Antonella Clerici; i biglietti erano abbinati alle ricette preparate in studio dagli ospiti del programma.

La Lotteria Italia oltre a Roma ha premiato anche le Marche, la Campania e la Lombardia.

Il secondo premio, da 2 milioni di euro, è stato vinto dal biglietto serie A 221059 venduto a Senigallia (Ancona) nel bar tabacchi dell'ospedale, in via Benvenuto Cellini 1.

A Caserta è invece stato venduto il fortunato biglietto vincitore del terzo premio, da 1,5 milioni, serie G 453096. 

Il quarto premio, da un milione di euro, è stato vinto dal biglietto serie C 052521, venduto a Roma.

Il quinto premio, da 500 mila euro, è stato vinto dal biglietto serie L 323797, venduto sull'autostrada A4 a Rezzato (BS).

Infine, il sesto e ultimo premio di prima categoria, da 250 mila euro, è stato vinto dal biglietto serie E 097946, venduto a Muggiò (MB).

Se il Lazio, e Roma in particolare, hanno fatto oggi la parte del leone, la Lombardia, con undici premi da 50 mila euro l'uno, per un totale di 550 mila euro, è prima tra le regioni nelle vincite di seconda fascia. Alle sue spalle il Lazio con nove premi, per un totale di 450 mila euro, e terza la Campania con 5 biglietti, per 250 mila euro. Nella top five anche il Piemonte con quattro premi (200 mila euro), seguito da Puglia, Friuli, Marche e Sicilia con tre premi (150 mila euro). Complessivamente i premi di seconda fascia hanno assegnato 2,5 milioni di euro.

Nelle Marche, secondo Agipronews, la Lotteria è in calo dell'1,8%. I biglietti venduti per l'edizione 2014 sono stati 178.120. Va alla provincia di Ancona il primato di tagliandi staccati (67.810), totale comunque inferiore dell'1,1% rispetto al 2013. In picchiata Ascoli Piceno, a -10,6% (19.200), Macerata scende del 4,7% (29.250). Segno positivo, invece, per Pesaro Urbino con 42.830 biglietti (+1,6%) e per Fermo, che chiude a +3,1% (19.030).

I biglietti vincenti di questa edizione della Lotteria Italia sono stati complessivamente 156, venti in più rispetto alla scorsa edizione; cinquanta i biglietti che vincono i premi di seconda categoria, cento quelli di terza. Roma oltre che regina di questa edizione si conferma leader nella vendita dei biglietti della Lotteria Italia. E' l'unica provincia che sia riuscita a superare il milione di tagliandi staccati: i biglietti venduti nella Capitale sono stati 1.245.840, il 16,27% del totale nazionale (7.656.840), seguita da Milano con 581.750 tagliandi e Napoli con 375.030. I fortunati possessori dei biglietti vincenti hanno 180 giorni - a partire dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del bollettino del'estrazione - per reclamare la vincita. Cosa che non sempre avviene: dal 2002 ad oggi più di 22 milioni di euro non sono stati riscossi.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA