Minorenne ammazzò di botte immigrato: arrestato il padre

Incitò il figlio a picchiare l'uomo e minacciò testimoni

Avrebbe istigato il figlio appena diciassettenne a picchiare selvaggiamente un pachistano morto poi in seguito alle percosse. Per questo è stato arrestato anche il padre del ragazzino 17enne di Roma, già in carcere. L'uomo è accusato di concorso in omicidio. Avrebbe anche minacciato i testimoni dell'omicidio. 

L'omicidio di Khan Muhammad Shahzad avvenne il 18 settembre scorso in via Lodovico Pavoni, nel quartiere romano di Torpignattara. La misura cautelare è stata emessa sulla base delle testimonianze acquisite e degli accertamenti del Nucleo Investigativo dei carabinieri. Secondo quanto accertato dai militari l'uomo incitò il figlio 17enne a colpire selvaggiamente la vittima e minacciando poi alcuni testimoni dell'aggressione affinché tenessero un comportamento reticente. Le indagini eseguite dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno chiarito che l'uomo arrestato oggi, infastidito dal comportamento tenuto in strada dal giovane straniero, lo insultò affacciandosi dalla finestra di casa, per poi lanciargli contro una bottiglia. Il reato contestato all'arrestato è di concorso in omicidio volontario.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA