Riapre centro riabilitazione Cascia

Barberini, prima struttura non provvisoria area sisma

(ANSA) - CASCIA (PERUGIA), 25 AGO - Dopo "gli ultimi ritocchi" sarà inaugurato nella seconda metà settembre il rinnovato centro di riabilitazione che ha sede a Cascia. Lo ha annunciato l'assessore regionale alla Salute Luca Barberini con un post su Facebook. Sottolineando che "si tratta della prima struttura sanitaria a riaprire, in condizioni non provvisorie, in tutto il cratere del terremoto del 2016 nel Centro Italia". "Il nuovo polo - ha spiegato Barberini - è stato allestito in un edificio messo a disposizione dalle suore agostiniane, completamente adeguato a struttura sanitaria e acquisito in locazione dalla Usl Umbria 2. Avrà a diposizione circa 40 posti letto, tra riabilitazione e Residenza sanitaria assistita (Rsa). Una struttura bella e accogliente, poco sopra il santuario di Santa Rita, con una vista meravigliosa". Per l'assessore "la riattivazione della Riabilitazione rappresenta un simbolo importante per Cascia e per tutto il territorio della Valnerina, nel percorso della ricostruzione post sisma perché consente alla comunità di tornare a vivere, di riassaporare quella normalità che è condizione necessaria per un nuovo sviluppo del territorio". "Il giorno dell'apertura - ha annunciato Barberini - faremo una grande festa, una sorta di festa della rinascita, un evento fra salute, benessere, musica e solidarietà. Ci saranno anche artisti, cantanti e personaggi di fama nazionale che porteranno la loro solidarietà ai terremotati, contribuendo a promuovere il rilancio di tutta la Valnerina". Intanto prosegue il percorso per la ricostruzione dei due ospedali della Valnerina. "Per Norcia - ha annunciato ancora Barberini - sono stati stanziati 4,5 milioni di euro e l'intervento sarà prioritario; per Cascia già disponibili 3 milioni di euro. Nei prossimi mesi, verrà bandita la gara per la progettazione, che permetterà di comprendere il costo reale degli interventi per la ristrutturazione e riqualificazione del presidio ospedaliero di Norcia e per la demolizione ricostruzione di quello di Cascia e verificare se le risorse previste sono sufficienti o se sarà necessario integrarle. L'avvio dei lavori è previsto all'inizio del 2020. Queste due realtà ospedaliere avranno un ruolo importante nella programmazione sanitaria regionale. Nel frattempo, verranno ulteriormente rafforzati i servizi sanitari sul territorio. L'apertura del nuovo centro per la Riabilitazione a Cascia ne è ulteriore conferma. Così come l'imminente allestimento a Norcia, in unità mobili, di una postazione dialisi e di un gabinetto odontoiatrico e la ripresa delle attività di screening mammografico in Valnerina, attraverso - ha concluso Barberini - la prossima attivazione di un mammografo mobile". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: