Fiori di Castelluccio nelle grandi città

E' il progetto Confcooperative per rilanciare borgo distrutto

(ANSA) - PERUGIA, 8 NOV - Ricreare in aree verdi pubbliche e private di alcune città metropolitane i mille colori della fioritura del Pian Grande di Castelluccio di Norcia, borgo distrutto dal terremoto dell'anno scorso: è il progetto promosso da Confcooperative Umbria con capofila la Cooperativa agricola di Castelluccio per rilanciare il territorio dell'alta Valnerina attraverso una delle sue peculiarità naturali. Il progetto, "già condiviso poco prima delle scosse di agosto 2016, aveva subito uno stop nei primi mesi del post sisma", spiega il direttore di Fedagri Umbria, Lorenzo Mariani, ricordando che le scosse hanno raso al suolo le strutture della cooperativa di Castelluccio. Il progetto, con il supporto di Atm Consulting di Perugia, verrà realizzato attraverso la raccolta, la separazione e la messa in busta dei semi dei mille fiori che accendono la fioritura di Castelluccio a seguito della semina della lenticchia. Gli stessi semi verranno quindi trasferiti nelle aree di semina individuate in alcune grandi città pilota, dove maggiore sarà l'impatto, non solo visivo. Una delle immagini con cui i promotori lo illustrano è quello di un tram di Milano che avanza in mezzo a una rigogliosa aiuola con i fiori del Pian Grande. Per il progetto è stata inoltrata una istanza di contributo alla Regione Umbria. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA