Patto amicizia San Severino-Correggio

Collaborazione e scambi tra associazioni sportive e culturali

(ANSA) - SAN SEVERINO MARCHE (MACERATA), 3 OTT - Correggio, la città emiliana che ha dato i natali al cantautore Luciano Ligabue, e San Severino Marche, la città dei capitani di ventura Smeducci, sono ora più vicine. I sindaci dei due centri, Ilenia Malavasi e Rosa Piermattei, hanno sottoscritto in questi giorni un "Patto di amicizia" volto a incentivare i rapporti tra le rispettive associazioni culturali, ricreative e sportive promettendosi futuri scambi di esperienze e iniziative con particolare attenzione agli eventi legati alle attività produttive e alla promozione del territorio. Alla cerimonia ufficiale, tenutasi nel Municipio di Correggio, erano presenti anche il presidente del Consiglio comunale di San Severino Marche Sandro Granata, e l'assessore comunale allo Sport Paolo Paoloni, oltre a una rappresentanza delle società sportive settempedane. Il sindaco Piermattei ha ricordato - informa una nota - l'incredibile contributo e la vicinanza ricevuta dalla popolazione e dalle istituzioni dell'Emilia Romagna "che hanno fornito, e forniscono, ai terremotati del nostro Comune un contributo fondamentale sia per affrontare la prima emergenza e che, ancora oggi, continuando ad accompagnarci nel non facile cammino della ricostruzione e della ripresa. Sottoscrivere questo Patto per noi è un passo molto importante perché, dopo mesi drammatici e di lavoro svolto in silenzio e con dignità, questa iniziativa ci permette di uscire e di far conoscere la realtà del nostro territorio, di scambiare esperienze e di dare valore agli sforzi fin qui compiuti". "Correggio, così come tutta la nostra Regione - ha detto il sindaco emiliano - è un territorio generoso che, grazie alla presenza di numerosissime associazioni di volontariato, riesce a mantenere coeso un tessuto sociale che è fondamentale per costruire una buona comunità. Abbiamo affrontato due terremoti ma oggi siamo nelle condizioni di poter rivolgere la nostra attenzione verso gli altri". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA