Consulenti, applicare l'equo compenso

Calderone, 'no addetti serie A e serie B, sostenere professioni'

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 20 GIU - "Non mi piacerebbe un lavoro di serie A e serie B", in particolare "non mi piacerebbe l'introduzione del salario minimo e la non applicazione dell'equo compenso per i professionisti", perché "le garanzie devono esser patrimonio di tutti". A dirlo la presidente del Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro Marina Calderone, nel suo intervento di apertura del Festival del lavoro, oggi a Mi.Co di Milano. "Credo che il lavoro dei professionisti debba esser adeguatamente sostenuto" ha proseguito, perché le categorie di autonomi rappresentano un segmento del Paese importante che, tra l'altro, "dà tanto lavoro a tanti lavoratori subordinati" che operano negli studi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in