Notai, guida prestito ipotecario over60

Illustrate peculiarità strumento finanziario in vigore dal 2016

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 18 LUG - Ancora scarsamente conosciuto (sebbene in vigore da marzo 2016) il prestito vitalizio ipotecario è "un finanziamento concesso da banche o intermediari finanziari (il 'finanziatore'), a persone d'età superiore ai 60 anni (il 'soggetto finanziato'), garantito da ipoteca di primo grado iscritta su un immobile ad uso residenziale a garanzia della restituzione del prestito, degli interessi e delle spese".
    Il nuovo strumento è protagonista della quindicesima Guida per il Cittadino dedicata agli strumenti patrimoniali a tutela della terza età del Consiglio nazionale del Notariato, e illustrata stamattina, a Roma, nell'ambito della campagna informativa 'Casa Bene Primario'; il testo è stato realizzato dall'Ordine professionale, in collaborazione con 14 associazioni dei consumatori (Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione per la difesa dei consumatori, Unione Nazionale Consumatori). Nel testo vengono spiegati opportunità e rischi del prestito vitalizio ipotecario, la cui durata "dipende dalla durata della vita del soggetto finanziato", mentre "se il finanziamento è cointestato al coniuge (o al costituente di una unione civile, o al convivente) si fa riferimento alla durata della vita del partner più longevo". Il 'finanziatore', viene evidenziato, potrà chiedere il rimborso integrale in un'unica soluzione del finanziamento "alla morte del soggetto finanziato, o se vengano trasferiti, in tutto o in parte, la proprietà o altri diritti reali, o di godimento (come il diritto di usufrutto, o di abitazione) sull'immobile dato in garanzia, o si compiano atti che ne riducano significativamente il valore", scrivono i notai.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in