Commercialisti, sì dialogo su tirocinio

Pure esame Stato e taglio consiglieri in piano ascolto categoria

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 01 GIU - Al vaglio del Consiglio nazionale dei commercialisti, nel quadro di un piano di confronto aperto con la categoria (annunciato nelle ultime ore, e che culminerà in un'assemblea aperta a tutti gli iscritti, a Roma, il 4 luglio, per discutere di modifiche all'ordinamento professionale), ci sono pure "le ipotesi di modifica in materia di tirocinio ed esame di Stato". Per riallinearlo a quello dei revisori, si legge in una nota dell'Ordine presieduto da Massimo Miani, "si ipotizza l'ampliamento della durata del tirocinio a tre anni (dai 18 mesi attuali), di cui due da svolgere in concomitanza con il biennio della laurea specialistica", e viene ventilata pure "l'eliminazione della terza prova dell'esame di Stato e la sostituzione con quella in materia di revisione".
    Obiettivo, si spiega, è "eliminare la quarta prova aggiuntiva introdotta ai fini dell'equipollenza con i revisori legali". Nel contempo, fra gli altri temi di riflessione, c'è quello della riduzione del numero dei Consiglieri nazionali: l'opzione "sottoposta al giudizio della categoria ne prevede 15 (oggi sono 21), 5 per l'Italia settentrionale, 5 per quella centrale e 5 per quella meridionale e insulare, con garanzia di rappresentanza di almeno tre regioni per ogni macroarea", e altra previsione "riguarda il Consiglio di disciplina, composto da 6 membri nominati direttamente dagli Ordini locali, con criteri di rappresentanza da definirsi. Discussione aperta, infine, anche sulla possibilità di modificare i voti da assegnare ai singoli Ordini per le elezioni del Consiglio nazionale", si chiude la nota dei commercialisti. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in

        TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: