Tunisia, avvocati in luoghi strage 2015

Legali italiani e locali a Sousse per riaprire Hotel Imperial

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 17 MAG - Oltre 300 avvocati italiani saranno da domani al 21 maggio a Sousse, in Tunisia, per riaprire l'Hotel Imperial, il resort che il 26 giugno 2015 fu teatro di un tremendo attacco terroristico in cui vennero uccise 39 persone, colte inermi sulla spiaggia, struttura che da allora è rimasta chiusa. Ne dà notizia il Consiglio nazionale forense (Cnf), evidenziano che il progetto, realizzato con l'Ordine nazionale degli avvocati tunisini (Onat) punta a riportare la struttura ricettiva nel circuito turistico. Il 'Progetto Imperial' è stato già insignito della medaglia di rappresentanza da parte della Presidenza della Repubblica italiana e si svolgerà alla presenza delle massime autorità tunisine, a cominciare dal presidente della Repubblica Beji Caid Essebsi; hanno aderito anche i Consigli forensi di Francia e Spagna, che nella quattro giorni dell'Hotel Imperial saranno rappresentati da almeno 100 avvocati. E vi prendono parte le più importanti associazioni forensi italiane: Unione Camere penali, Unione Camere civili, Associazione italiana giovani avvocati, Associazione nazionale forense, Unione italiana forense e Osservatorio per la giustizia. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in