Commercialisti, Dl crescita è inizio

Miani, accolte nostre proposte come spostamento Isa 30 settembre

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 27 GIU - Col varo definitivo del Decreto Crescita, al Senato, "sono state finalmente recepite alcune proposte di semplificazione fiscale che il Consiglio nazionale dei commercialisti ha da tempo formulato nelle varie sedi istituzionali", ma "si tratta soltanto di un primo passo. C'è ancora tanta strada da percorrere sulla rotta della semplificazione, come purtroppo testimoniano le recenti vicende relative agli Isa (Indici sintetici di affidabiità fiscale)". A sostenerlo il presidente della categoria professionale Massimo Miani, ricordando come il testo affronti, comunque, le problematiche derivanti dalla loro tardiva implementazione "con l'accoglimento della richiesta del Consiglio nazionale di rinviare al 30 settembre i termini dei versamenti collegati alle dichiarazioni per i soggetti che svolgono attività d'impresa, o di lavoro autonomo". Recepita, si evidenzia, pure la proposta di riapertura al 31 luglio dei termini per aderire alla rottamazione-ter e al Saldo e stralcio, "oltremodo necessaria - sottolinea Miani - in seguito ai gravi disservizi verificatisi a fine aprile in talune regioni, nonché di estensione delle definizioni agevolate alle entrate regionali e degli enti locali". C'è, poi, nelle pieghe del provvedimento, "la possibilità per i professionisti di rilasciare ai propri clienti un impegno unico pluriennale per tutti gli adempimenti dichiarativi e comunicativi da effettuare per loro conto, che può essere contenuto anche nello stesso mandato professionale", e in materia di Iva, "importante, per i commercialisti, la possibilità di assorbire la comunicazione delle liquidazioni periodiche del quarto trimestre dell'anno nella dichiarazione annuale da presentarsi, in tal caso, entro febbraio dell'anno successivo", si chiude la nota del vertice dell'Ordine. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in