Camera Commercio Marche:-0,53% tasso crescita numero aziende

Sabatini, tessuto imprenditoriale prova a diventare più forte

(ANSA) - ANCONA, 28 GEN - Ammontano a 168.396 le imprese registrate nelle Marche nel 2019, di cui 146.923 quelle attive, secondo la rilevazione Movimprese, i cui dati sono stati elaborati dall'Ufficio statistica della Camera di Commercio delle Marche. La differenza tra cessazioni e iscrizioni è stata negativa per 909 unità, con un tasso di crescita annuale del tessuto imprenditoriale pari a -0,53%. A livello provinciale, il tasso di crescita più sfavorevole risulta essere quello della provincia di Ancona, il territorio con il maggior numero di imprese, che fa rilevare un valore pari a -1,19%. Negativi anche i dati delle province di Pesaro Urbino (-0,82%) e di Ascoli Piceno (-0,43%). Macerata ha chiuso l'anno in stabilità e Fermo è l'unica provincia in crescita (+0,33%). Le società di capitale rappresentano, con 42.094 aziende, il 25% del totale, la forma giuridica in crescita, con un numero di iscrizioni superiore a quello delle cessazioni (2.271 nuove iscrizioni a fronte di 1.306 cessazioni, con un saldo di +965 imprese e un tasso di crescita annuale pari a +2,35%). Negativo il saldo delle società di persone (-1,61%) e quello delle imprese individuali (-1,4%).
    "Il risultato in valore assoluto segnala un trend che non dev'essere sottovalutato ma va guardato nella sua complessità - commenta Gino Sabatini, presidente dell'Ente camerale -, è di oggi la notizia della crescita del Pil marchigiano nel 2018 che va colta con estrema soddisfazione. Un dato che, insieme a quello della crescita del numero di società di capitali e dell'aumento delle imprese del terziario, nella maggior parte dei casi, società ad alto valore di innovazione, ci dice che il tessuto economico della nostra regione prova a diventare più forte, a scapito soprattutto delle imprese individuali, e più evoluto". Sabatini non nasconde però la sua preoccupazione per "l'evidente calo delle imprese agricole e quelle del commercio, sia al dettaglio che all'ingrosso" che, nel 2019, ha fatto da contraltare all'aumento di quelle legate alle attività immobiliari (+152) e alle consulenze (+104).(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie