'Bioedilizia locale' per edifici pubblici, progetto Alcotra

'Eco-Bati' da 1.8 mln, Camera di commercio capofila per l'Italia

(ANSA) - CUNEO, 14 OTT - Un progetto transfrontaliero tra Italia (province di Cuneo e Imperia) e Francia (Alpi Marittime) per il "miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici pubblici", basato su nuovi modelli di bioedilizia attraverso la "riconversione", usando materiali locali. Il progetto Alcotra "Eco-Bati" vale 1,8 milioni di euro (di cui 1,5 da Bruxelles), con la Camera di commercio di Cuneo capofila per l'Italia. Nel dettaglio il progetto prevede la realizzazione di quattro "cantieri pilota", di cui due in provincia di Cuneo, i cui lavori sono iniziati a fine luglio: sono l'immobile sul retro della storica sede della Camera di Commercio in via Emanuele Filiberto a Cuneo e la scuola edile in via Borgo San Dalmazzo a Boves.
    La presentazione del progetto internazionale è stata oggi, con la visita ai due cantieri pilota. L'obiettivo è aumentare il numero di imprese nelle due aree in Italia e Francia che utilizzano eco-materiali innovativi per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni