Scuola: a Cipro con Istituti alberghieri provincia Perugia

Progetto Euproskills con serie di soggetti pubblici e privati

(ANSA) - PERUGIA, 9 AGO - Si è conclusa la missione del partenariato nazionale italiano svolta a Cipro per il progetto Erasmus Plus Euproskills European Professional Skills for Employability" "Wbl+Ecvet+Epro promosso dall'aggregazione degli Istituti slberghieri della provincia (Spoleto, Assisi, Città di Castello) e dai un'ampia serie di soggetti pubblici e privati operativi nei settori dell'educazione e del turismo e coordinato dall'Umbria Training Center di Scheggino.
    Erasmus Plus è il programma dell'Ue dedicato all'istruzione, alla formazione, alla gioventù e allo sport finalizzato a promuovere le opportunità per studiare, formarsi, acquisire esperienza e fare volontariato all'estero e a potenziare i partenariati tra istituzioni e organizzazioni nei settori dell'istruzione, della formazione e dei giovani e il mondo del lavoro.
    Dal 16 luglio sono partiti cento studenti degli Istituti alberghieri di Spoleto, Assisi, Città di Castello, selezionati e formati nei mesi precedenti per un tirocinio che li vedrà impegnati per due mesi, in Grecia, Gran Bretagna, Bulgaria, Spagna, Germania e Cipro. Parallelamente, dal 17 al 31 luglio 2019, a Cipro si è riunito il gruppo di lavoro di cui hanno fatto parte 25 docenti degli istituti scolastici, due rappresentanti delle imprese, e tre rappresentanti delle istituzioni, coinvolti nel cnsorzio nazionale.
    Il gruppo di lavoro ha seguito due percorsi: realizzazione di incontri istituzionali con enti pubblici e soggetti privati operanti nei settori della formazione e dello sviluppo del territorio; realizzazione di un corso di potenziamento della lingua inglese con dei focus incentrati sui sistemi workbased learning, sull'inclusione e sulla valorizzazione del patrimonio culturale. Il progetto è stato, dunque - spiega un comunicato della Camera di commercio di Perugia - l'occasione per far conoscere il territorio umbro.
    Il progetto è finalizzato a tre obiettivi: assicurare che gli studenti acquisiscano all'estero, le competenze chiave, utili a garantire l'accesso al lavoro; che i formatori siano in grado di progettare percorsi curricolari inclusivi e di qualità; che i referenti delle imprese migliorino le competenze per l'alternanza scuola-lavoro.
    La partecipazione al progetto è stata proposta da un Consorzio locale composto dagli stessi Istituti alberghieri e dall'Umbria Training Center di Scheggino, dal Comune di Spoleto, dalla Camera di commercio di Perugia, dalla Regione dell'Umbria-assessorato Istruzione e Formazione, e dall'Ufficio scolastico regionale per l'Umbria, Federalberghi Umbria, ConSpoleto - Consorzio operatori turistici, Associazione produttori biologici Umbri - ProBio, Associazione zafferano di Spoleto, Gruppo editoriale Umbria Journal. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni