Cresce del 5% l'export dell'Emilia-Romagna nel 1/o trimestre

Seconda regione per quota esportazioni dietro la Lombardia

(ANSA) - BOLOGNA, 11 GIU - Crescono del 5%, nel primo trimestre dell'anno, le vendite all'estero dell'Emilia-Romagna risultate pari a 16.027 milioni di euro. E' quanto emerge dai dati Istat sulle esportazioni delle regioni italiane, analizzati da Unioncamere Emilia-Romagna secondo cui l'export nazionale ha registrato un incremento del 2%. Grazie a questi numeri l'Emilia-Romagna si attesta al secondo posto per quota dell'export nazionale con il 14%, preceduta dalla Lombardia con il 26,9% e seguita dal Veneto con il 13,7% e dal Piemonte con il 10%.
    A spingere le esportazioni regionali l'industria dei macchinari e delle apparecchiature, che ha realizzato il 27,6% dell'export emiliano-romagnolo (con vendite in crescita del 4,1%), l'industria dei mezzi di trasporto (+8,4%) e l'altra manifattura (+28,9%) seguite dalla metallurgia e prodotti in metallo e dalla chimica, farmaceutica, gomma e materie plastiche (+7,5 %). Fermo l'export per le industrie della ceramica e vetro e dell'elettricità e elettronica. Segno rosso per l'industria del legno.
    Quanto alle destinazioni dei prodotti regionali i mercati europei hanno fatto segnare un +4,2%, quelli asiatici un +12,8% e quelli americani un +1,5 per cento). Tra i singoli Paesi si segnalano la forte crescita sul mercato del Regno Unito (+19,6%) e l'accelerazione delle vendite in Cina (+22,5%) mentre frenano quelle verso la Turchia (-34,2%). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni