Export: Cciaa Verona, nel 2018 a 11,4 miliardi (+1,2%)

Bene tessile e meccanica, male agroalimentare e vino

(ANSA) - VERONA, 14 MAR - Verona tiene le posizioni nell'export relativo al 2018, con un un aumento dell'1,2% rispetto al 2017 a 11,4 miliardi, ma non raggiunge le performance del Veneto (+2,8%) e dell'Italia (+3,1%).
    Il dato emerge dalle elaborazioni della Camera di commercio di Verona, rese note oggi. Riguardo ai mercati di destinazione, il calo della Germania è compensato dalla crescita di Francia, Spagna, Belgio, Paesi Bassi, Cina, Canada Slovenia e Grecia.
    Nonostante la Brexit, il Regno Unito rimane in terreno positivo.
    Sono in calo le esportazioni in Austria e Svizzera, nei paesi dell'Est Europa e in Russia.
    Il dato complessivo è trainato dal settore del tessile abbigliamento, il cui export cresce del 22% e con 1,2 miliardi di euro pesa per il 10,6% sul totale complessivo delle vendite estere. Il fashion system, che considera anche le calzature, in aumento dell'1,7% a 377,3 miliardi di euro, è il terzo comparto dell'economia scaligera con un 13,9% di quota delle esportazioni. Continua la crescita dei macchinari, in aumento del 5,8% a +2,4 miliardi. La meccanica, inclusa la termomeccanica che sta riprendendo competitività, pesa per il 22%. In calo l'agroalimentare, che rappresenta il 26,6% delle vendite estere scaligere con un -0,5% a 1,5 miliardi, il vino presenta un analoga stagnazione a 984,4 milioni. Preoccupante la competitività dell'ortofrutta che perde un 10,4% a 536,5 milioni, così come il marmo.
    "L'economia veronese è sana e tiene ancora il timone ben saldo verso la crescita - commenta il Presidente della Cciaa Giuseppe Riello - ma si moltiplicano i segnali macroeconomici preoccupanti, dalle previsioni del Pil all'andamento altalenante dell'export anche e soprattutto sui mercati di destinazione principali delle imprese scaligere, quelli europei. I cicli economici sono sempre più brevi. Le nostre imprese, le multinazionali tascabili non sono ancora pronte a rincorrere le economie in crescita, non a caso l'export negli altri Paesi, oltre i primi 20, rimane stabile e non cresce".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni