Camere commercio: Unioncamere, al via il "Progetto Valley"

Iniziativa punta promuovere startup Calabria in mercato Svizzera

(ANSA) - CATANZARO, 6 FEB - Si chiama "Calabria Valley" il progetto realizzato dalla Camera di commercio Italiana per la Svizzera, in cooperazione con la Regione Calabria - Dipartimento Presidenza, in attuazione degli indirizzi strategici per la promozione internazionale del Sistema Calabria 2017-2020 e con il supporto operativo di Unioncamere Calabria.
    L'iniziativa, destinata alla promozione in Svizzera delle eccellenze regionali nel campo dell'innovazione e della ricerca e sviluppo, si propone di consentire ad una selezione di imprese e start-up calabresi di cogliere le opportunità offerte dal fabbisogno di innovazione svizzero.
    Il progetto, che si rivolge alle aziende operanti nei settori ICT, diagnostica, innovazione dei materiali, green-tech, prevede la tenuta di attività in Calabria tra febbraio e marzo 2019 e, a seguire, in territorio svizzero entro l'autunno del 2019. In Calabria, si terranno giornate di introduzione al mercato svizzero tra il 25 al 28 febbraio con gli obiettivi di presentare ad aziende e start-up tecnologiche calabresi il mercato svizzero del venture capital nonché le opportunità offerte da collaborazioni industriali con soggetti svizzeri e nel campo della ricerca e sviluppo; mappare e selezionare l'offerta innovativa calabrese per poi presentarla sul mercato svizzero.
    Il prossimo 26 febbraio una giornata si terrà all'interno della sede della Regione. A seguire, le migliori start-up selezionate saranno invitate in Svizzera per effettuare degli incontri individuali con potenziali partner e molte altre saranno seguite a distanza per incrementare la loro rete di rapporti sul territorio svizzero. È previsto, inoltre, anche un roadshow istituzionale in primavera e delle visite mirate ai poli scientifici e tecnologici svizzeri da parte di esponenti dei poli dell'innovazione calabresi.
    "Sempre molto alto è il livello di interesse dimostrato dalle sistema imprenditoriale regionale - è detto in una nota di Unioncamere Calabria - verso il mercato paese Svizzera che, oltre ad essere in cima alla classifica del ranking dei paesi più competitivi è anche tra le economie manifatturiere a più alta intensità tecnologica con specializzazione nei settori del pharma e delle life sciences. In particolare, in Svizzera insistono dei centri di eccellenza e sviluppo dell'imprenditorialità nel campo dell'innovazione dei materiali, dell'aerospazio e dell'ICT applicato in modo preponderante alla produzione di strumenti di precisione utilizzati nell'industria della difesa e del medicale; esiste quindi una buona compatibilità rispetto all'offerta degli ecosistemi dell'innovazione calabrese che si concentrano appunto nell'ICT applicato alla diagnostica, nel biotech e nell'innovazione dei materiali. Il potenziale di collaborazione tuttavia non deriva solo da una compatibilità settoriale tra i due territori ma anche da una complementarietà data dall'importanza della Svizzera come piazza industriale e finanziaria. L'innovazione prodotta in Calabria ha infatti bisogno di diventare scalabile trovando applicazioni industriali sul mercato e accesso al mercato finanziario del venture capital svizzero che è tra i più ricchi e dinamici d'Europa". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni