Nel 2019 uccisi 29 missionari nel mondo

L'Africa più colpita con 15 persone uccise

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 30 DIC - Nel corso del 2019 sono stati uccisi nel mondo 29 missionari, per la maggior parte sacerdoti: 18 sacerdoti, 1 diacono permanente, 2 religiosi non sacerdoti, 2 suore, 6 laici. "Dopo otto anni consecutivi in cui il numero più elevato di missionari uccisi era stato registrato in America, dal 2018 è l'Africa ad essere al primo posto di questa tragica classifica", riferisce Fides.
    In Africa nel 2019 sono stati uccisi 12 sacerdoti, 1 religioso, 1 religiosa, 1 laica (15). In America sono stati uccisi 6 sacerdoti, 1 diacono permanente, 1 religioso, 4 laici (12). In Asia è stata uccisa 1 laica. In Europa (Portogallo) è stata uccisa una suora. Si registra una sorta di "globalizzazione della violenza": mentre in passato i missionari uccisi erano per buona parte concentrati in una nazione, o in una zona geografica, nel 2019 il fenomeno appare più generalizzato e diffuso. Sono stati toccati 10 paesi dell'Africa, 8 dell'America, 1 dell'Asia e 1 dell'Europa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA