P. Sosa, serve nuova classe politica

Superiore Compagnia su migranti, 'All'Europa serve vita nuova'

(ANSA) - ROMA, 4 NOV - Una delle cause della crisi, economica, sociale e politica, che si vive a livello globale, è "l'indebolimento della democrazia, perché senza democrazia non c'è giustizia sociale". Lo ha detto il Superiore generale dei Gesuiti, padre Arturo Sosa, nella conferenza stampa di apertura della Conferenza internazionale per i 50 anni del Segretariato per la Giustizia Sociale e l'Ecologia della Compagnia di Gesù.
    "Il sovranismo crea quei muri che si mettono per impedire l'integrazione", ha detto riferendosi a quanto accade in Europa rispetto al fenomeno dei migranti. "Ma l'Europa - sottolinea Sosa - ha bisogno di persone che vengano ad aiutare, l'Europa ha bisogno di vita nuova".
    Per questo occorre mettere il seme per la nascita di una nuova classe politica e in questo i Gesuiti non si fanno da parte. In questi giorni sono riuniti a Roma oltre 200 persone, tra religiosi gesuiti e laici che fanno riferimento alla Compagnia di Gesù e che sono attive nel sociale, dai migranti alle donne, dalla tutela delle popolazioni indigene alla cura dell'ambiente. Recentemente i Gesuiti si sono occupati anche di leadership. Ci sono anche esperienze nel mondo di 'scuole' legate alla formazione politica intesa in senso ampio. "Essere cristiani è essere cittadini, e la politica è una vocazione cristiana. Noi vogliamo offrire alle persone - dice il numero uno dei Gesuiti nel mondo - la possibilità di scoprire questa vocazione politica e vogliamo offrire anche formazione" perché possa nascere una nuova classe politica che faccia propri i valori "della giustizia e della riconciliazione".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie